Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Nell’area sommersa di Baia trovata una fontana romana decorata. Un’infinita bellezza

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Uno straordinario nuovo mosaico di una fontana semicircolare – con la raffigurazione di due anatre che nuotano in un mare fatto di migliaia di tessere colorate – è stato trovato nel ricchissimo parco sommerso di Baia, in Campania. Altro tassello di un’area meravigliosa, che continua ad essere oggetto di ricerca.

blank
Resti della fontana monumentale, trovata dagli archeologi, sui fondali di Baia
blank
Il rilievo tecnico dell’antica fontana

Il parco sommerso di Baia è una zona marina protetta nei pressi delle coste della città metropolitana di Napoli, a nord del Golfo di Napoli. È anche definito “la Pompei sommersa”, poiché ha una struttura simile a quella del nucleo urbano della città coperta di cenere nel 79 d.C.. Il Parco comprende il litorale di Bacoli e Pozzuoli tra la testata del molo meridionale del porto di Baia e il molo di Lido Augusto (Pozzuoli), per un’estensione totale media di 2×0,5 miglia nautiche (circa 3,4 Km2) e profondità massima intorno ai -15 mt.
blank
Tutta quest’area – che già a quei tempi era una località balneare alla moda, ricca di ville e di attività mercantili – sprofondò a causa del fenomeno vulcanico del bradisismo che caratterizza l’intera costa nord dell’area napoletana. Cedimenti avanzati e innalzamenti arretrati, con escursioni in positivo ed in negativo di molti metri, hanno provocato negli ultimi 2000 anni l’inabissamento della linea di costa romana di circa 6/8 metri.
Il cedimento e lo sprofondamento hanno consentito la conservazione di molte vestigia, che non sono state oggetto – come avveniva normalmente nel Medioevo – di scavo, recupero e riuso. La costiera a nord di Napoli era conosciuta come una straordinaria località climatica, caratterizzata da paesaggi particolarmente suggestivi. L’economia della zona – già florida – fu rilanciata dall’approdo dell’imperatore augusto nella villa di Posillipo – Pausilypon significa, in greco antico, “luogo lontano dagli affanni”-. La villa del promontorio di Posillipo – costruita dal ricco liberto Publio Vedio Pollione – fu lasciata in eredità ad Augusto stesso. I soggiorni imperiali favorirono insediamenti, caratterizzati da alta qualità architettonica ed artistica – nonchè consistenti retrovie commerciali e artigianali – lungo lo stesso litorale. Nella zona, verso Miseno, ancorava un consistente nucleo della marina romana.
Tra gli ambienti di maggiore pregio, che oggi si trovano inabissati, vi è il ninfeo di Punta Epitaffio, triclinium con funzione di sala per banchetti risalente all’epoca dell’imperatore Claudio, le cui statue sono state trasferite all’interno del Museo archeologico dei Campi Flegrei dove l’ambiente è stato ricostruito. Nei pressi dell’attuale costa sono oggi sommersi i resti dei porti commerciali di Baia (Lacus Baianus) ed il Portus Julius. Più a nord aveva sede il porto di Capo Miseno sede storica della flotta imperiale romana.
blank
Lo straordinario valore di tali siti è dato sia dal notevole stato di conservazione dei reperti archeologici, oltre che dal loro valore storico archeologico oggettivo. Mosaici, tracce di affreschi, sculture, tracciati stradali e colonne, sono sommersi a circa 5 metri sotto il livello del mare e sono visitabili, in modo organizzato, sia attraverso immersioni che con pinne e boccaglio, in canoa o in barca.

Ora vediamo cosa si trovano di fronte, i sub che scelgono di fare questa meravigliosa esperienza. Nel filmato.

blank

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!