Home / Aneddoti sull'arte / Perchè le spose buttano dietro di sé il bouquet nuziale? La pittura ce ne spiega il motivo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Perchè le spose buttano dietro di sé il bouquet nuziale? La pittura ce ne spiega il motivo


bride copertina

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995 

Raffaello Sanzio, Ritratti dei coniugi Doni, 1506

Raffaello Sanzio, Ritratti dei coniugi Doni, 1506

Raffaello, nel 1506, dipinse su committenza i ritratti dei coniugi Agnolo Doni e Maddalena Strozzi. Due oli su tavola che raffigurano i due nobili sposi a mezzo busto, di tre quarti, con lo sguardo rivolto verso l’osservatore, mentre la calma e le tonalità fredde del paesaggio sullo sfondo delineano un paesaggio collinare in una giornata di cielo sereno. Agnolo era un ricco fabbricante e mercante di indumenti, collezionista di pietre preziose e antichità, che apparteneva alla stretta cerchia dell’alta borghesia fiorentina e che aspirava, nella nuova repubblica, a mescolare il gruppo delle famiglie egemoni legate ai Medici. Il mecenate di Firenze era committente non solo di Raffaello ma anche di Michelangelo, con il celebre Tondo Doni. Le sue iniziative in campo artistico gli conferivano prestigio sociale, come per esempio il matrimonio con Maddalena Strozzi, che discendeva dalle più antiche casate del capoluogo toscano. Sul verso sono presenti, per l’appunto, due monocromi realizzati da un collaboratore del pittore urbinate, dipinti contemporaneamente ai ritratti, che raffigurano due episodi del mito di Deucalione e Pirra, rispettivamente il diluvio e l’adempimento dell’oracolo.

La mitologia delinea i due personaggi, figli l’uno di Prometeo e l’altra di Epimeteo, come due anziani coniugi senza eredi che vennero scelti per salvarsi dal diluvio che si sarebbe scagliato sulla terra per la rinascita dell’umanità. Per la loro virtù Deucalione e Pirra hanno diritto a un desiderio ed essi chiedono di avere al loro fianco altre persone. Zeus, allora, consiglia ai due coniugi di gettare le pietre dietro la loro schiena, scagliare alle proprie spalle “le ossa della grande madre”, la terra, in modo che queste, non appena toccata la terra, si mutano in persone. I ciottoli scagliati da Deucalione divengono uomini, mentre, rispettivamente, quelli lanciati da Pirra in donne.




E questa vicenda, raffigurata dal collaboratore di Raffaello, sul retro dei due ritratti, vuole quasi significare un passaggio di testimone. Dal passato mitologico, raffigurato in matita, la fecondità universale vuole essere passata ai due nuovi coniugi, illustri e nobili di Firenze, raffigurati da Raffaello Sanzio, come gli eredi del risveglio umano fiorentino.

Baldassarre Peruzzi e bottega, Deucalione e Pirra, 1517-1518, affresco, Roma, Villa Farnesina, Salone delle Prospettive, fregio

Baldassarre Peruzzi e bottega, Deucalione e Pirra, 1517-1518, affresco, Roma, Villa Farnesina, Salone delle Prospettive, fregio

Domenico Beccafumi, Deucalione e Pirra, 1520-1525 circa, olio su tavola, 65,5 ×145 cm, Firenze, Museo Horne

Domenico Beccafumi, Deucalione e Pirra, 1520-1525 circa, olio su tavola, 65,5 ×145 cm, Firenze, Museo Horne

Il lancio del bouquet, dietro di sè, si collega ad antiche tradizioni, deille quali si è perso il senso, ma che si collegano, in continuità ai rituali di fecondità nuziale, originati dall'episodio di Deucalione e Pirra

Il lancio del bouquet, dietro di sè, si collega ad antiche tradizioni, delle quali si è perso il senso, ma che si collegano, in continuità ai rituali di fecondità nuziale, originati dall’episodio di Deucalione e Pirra

Virgil Solis (1514 - 1562), Deucalione e Pirra

Virgil Solis (1514 – 1562), Deucalione e Pirra

Deucalione ePirra, in una ceramica rinascimentale. Gettando dietro di sè i sassi provocano la nascita dei bambini

Deucalione e Pirra, in una ceramica rinascimentale. Gettando dietro di sè i sassi provocano la nascita dei bambini


Agnolo Doni viene ritratto da Raffaello su una terrazza, con un abito apparentemente parco ma di calcolata eleganza grazie alla qualità delle stoffe. Il viso ha lineamenti decisi, marcati, una fronte lievemente corrucciata, un naso pronunciato e una bocca serrata, che conferisce al nobile serietà e austerità. La posa della moglie Maddalena, similmente ispirata alla Gioconda leonardesca, viene pennellata da Raffaello in modo decisamente realistico, con un’imperfezione della bellezza che viene ricondotta alla pienezza delle carni della nobildonna, cercando, però, di aggraziarne i lineamenti e donando serenità e castità allo sguardo.



Ed è proprio questa castità ad essere sottolineata con il prezioso pendente al collo sormontato dal liocorno, che ricorda allegoricamente la purezza, con una legatura in oro nella quale sono incastonati un rubino, uno zaffiro e uno smeraldo e da cui pende una perla naturale e irregolare. Raffaello, con grande maestria, dipinge in toni caldi ed eleganti la ricca veste di Maddalena Strozzi Doni, con un compiacimento sulle stoffe. La nobildonna indossa infatti un abito di raso di seta marezzato, di color rosso con riflessi aranciati, con grandi maniche di damasco di seta azzurra e alle dita anelli di gemme.

 

 

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Cosa significa “pittori bamboccianti” e chi era il Bamboccio. Il video delle opere

Orgoglio donna. Giovanna Garzoni, campionessa di pittura del Seicento. La storia, il video delle opere

278 Condivisioni
Condividi278
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp