Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Pronta la grande statua in marmo che raffigura Alì Piccinin, bambino rapito in Toscana divenuto Pascià

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Nella Casbah di Algeri troneggia una candida moschea, costruita dal Pascià, Alì Piccinin. Alì, secondo diverse ricostruzioni, era toscano e venne rapito, da bambino, sul finire del 1500, probabilmente a Mirteto di Massa dai corsari barbareschi di Algeri e fu comprato dal Raìs Fettah Allah.

Nessuno sa come si chiamasse, da bambino. Dopo la conversione all’Islam, gli fu imposto il nome di Ali Bitchin o Piccinin, secondo la versione italiana. Un nome che iniziò a risuonare sinistramente, sulle coste dei Paesi cristiani poichè quando Alì divenne grande iniziò a imperversare nel Mediterraneo, con i corsari barbareschi. Scalò la gerarchia dei giannizzeri, divenne Raìs. Quindi fu nominato Ammiraglio della flotta navale di Algeri e Pascià. Si innamorò perdutamente della Principessa Lallahoum, la figlia del Re Ahmed Belkadi. Per conquistarne il cuore – si dice – le costruì una moschea e gliela donò come regalo di nozze. Era il 4 marzo 1622.
blank
Per celebrare il 400esimo anniversario della costruzione della moschea (che cadrà il 4 marzo 2022), gli studenti del liceo artistico Felice Palma, hanno partecipato a un concorso di istituto, attorno alla storia di Alì, cogliendo – emotivamente – le comuni radici territoriali e pensando al futuro pascià, come a un proprio coetaneo.

I ragazzi hanno presentato bozzetti in argilla e plastilina, dopo aver letto il romanzo “Alì Piccinin. Un mortegiano Pascià di Algeri”, aver visto lo spettacolo teatrale da esso ricavato ed aver compiuto ‘passeggiate letterarie’ sui luoghi che avrebbero dato i natali ad Alì (Mirteto, Borgo del Ponte, Massa).

blank

Durante la mostra – patrocinata dalla Provincia di Massa-Carrara e dall’Ambasciata di Algeria in Italia allestita al Palazzo Ducale di Massa, una giuria di esperti (fra i quali l’Ambasciatore di Algeria in Italia) ha decretato il bozzetto vincitore, che è stato preso a modello per realizzare una statua in marmo bianco da donare alla città di Algeri.
La realizzatrice della scultura vincitrice, Giulia Vatteroni, ha poi affidato il proprio bozzetto allo scultore Alessandro Mosti.

La scultura è pronta. E nelle scorse ore è stata oggetto del saluto congiunto dei ragazzi e di tante autorità, prima della partenza per l’Algeria. Sarà installata al Palazzo dei Raìs, Centre des arts et de la culture-Bastion 23, boulevard Amara Mohamed Rachid, Algeri, nell’edificio in cui era cresciuto Ali, nell’area antistante la Moschea di Alì Piccinin, in occasione della celebrazione dei 400 anni dalla costruzione di quest’ultima che sarà celebrata, come dicevamo, il prossimo 4 marzo.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!