Home / Aneddoti sull'arte / I quadri e le stampe di casa tua sono radioattivi?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

I quadri e le stampe di casa tua sono radioattivi?


fall out nucleare

Vero o falso? Autentico o copia realizzata con abilità? Le metodologie per stabilire l’autenticità di un quadro sono numerose, ma non sempre l’esito è scontato. Si parte dall’osservazione della tela – per verificare se è compatibile con quella del periodo al quale il quadro si riferisce – si osserva la craquelure, cioè quella “ragnatela” che si forma, con il tempo, con l’incrinatura del colore essiccato; vi sono poi le valutazioni stilistiche, l’analisi del ductus – cioè della modalità disegnativa o pittorica dell’artista, per arrivare ad altri complessi elementi diagnostici.

Pochi però sanno che può risultare dirimente -e in modo assai facile – la prova del carbonio 14 che, se risulta comunque piuttosto approssimativa per i quadri antichi, a causa di range piuttosto ampi, è molto utile per le opere del Novecento. Perchè? L’aiuto ci viene purtroppo dall’atmosfera altamente intrisa di radioattività, dopo le esplosioni della atomiche della seconda guerra mondiale, ma soprattutto a causa delle numerose sperimentazioni svolte negli atolli o nei deserti nel periodo compreso tra il 1955 e il 1965. Il cosiddetto “bomb peak” è il rapidissimo aumento della concentrazione atmosferica di radiocarbonio 14 che si è avuto nel secondo dopoguerra a causa dei test nucleari condotti in atmosfera da varie potenze mondiali fino al trattato di non proliferazione del 1963. A causa di queste esplosioni, i neutroni, emessi nelle fissioni, hanno prodotto una enorme quantità aggiuntiva di 14C in atmosfera, che ha portato quasi a raddoppiare in pochi anni, fra il 1955 e il 1964, la concentrazione di equilibrio.

fall-out-nucleare

Così i quadri prodotti su tele, carte, cartoncini, realizzati durante e dopo tale periodo, presentano una radioattività doppia rispetto ai dipinti realizzati nel passato, fino agli inizi degli anni Cinquanta.Si obietterà che anche i dipinti antichi erano presenti negli anni Cinquanta e Sessanta; ma l’assorbimento di radiocarbonio avviene soltanto da parte di vegetali o di organismi vivi. La canapa o il cotone cresciuti dal 1955 a oggi hanno una concentrazione doppia di radioattività; ciò significa che quando queste fibre vengono trasformate in tele mantengono, per poi perdere progressivamente, secondo tabelle ben note, sono caratterizzate da un alto livello di C14.
fall-out-nucleare

Anche un giornale degli inizi del Novecento ha metà della radioattività di un quotidiano stampato ai nostri giorni e questo perchè gli alberi dai quali viene ricavata la cellulosa sono, da metà del secolo scorso, più carichi di radiocarbonio. Non dobbiamo spaventarci e gettare i quadri dipinti prodotrti dopo il 1955 poichè anche le nostre coperte di lana, le magliette di cotone e tutto ciò che ci circonda hanno un carico di C14 più alto rispetto al passato, compresi noi stessi. Ma è un dato curioso sapere che questa forma di inquinamento può aiutare alla datazione di dipinti del Novecento e a scoprire quadri di falsari..

 

 

Se il quadro di un importante futurista, datato 1912, ha una radioattività a livello post-1955, significa che esso è falso o che, comunque, non  è stato prodotto nel 1912.Uno dei casi più interessanti, in questo ambito, riguarda un quadro di Fernand Léger, che fu acquistato da Peggy Guggenheim, collezionista americana che ha fondato l’omonimo museo veneziano. Il critico Douglas Cooper, in base all’osservazione dell’opera, iniziò a dire che il dipinto presentava elementi non in linea con la mano dell’autore. Ciò fu il primo indirizzo diagnostico, basato sulla diretta osservazione del dipinto. Successivamente, proprio a causa di quel dubbio, i responsabili della Fondazione Guggenheim decisero di risolvere la questione, affidandosi al Labec di Firenze, il Laboratorio di tecniche nucleari per i beni culturali. Ai laboratori toscani fu consegnato un piccolo ritaglio di tela, preso da una piega della tela stessa, nella parte posteriore. Il carbonio estratto è stato inserito in un acceleratore di particelle – in Europa ce ne sono una cinquantina, il cui singolo costo è di circa un milione di euro – e il risultato, considerata una radioattività quasi doppia rispetto a quella degli anni Dieci, è stata la datazione al 1959. L’autore era morto nel 1955. Un quadro da buttare? Non diremmo. Le prove di laboratorio devono essere sempre lette alla luce dei comportamenti degli artisti e dei range. Abbiamo visto, molto spesso, pittori che tornavano al proprio stile antico, magari apponendo una data antica alla tela, relativa alla scelta artistica assunta. Leger muore nel settembre 1955 e lo strumento diagnostico indica che le fibre della tela sono del 1959. Tutto sembrerebbe indicare che l’opera è apocrifa. Ma siamo sul filo del rasoio. E i falsari di oggi? Tendono ad utilizzare vecchie tele di poco costo, che vengono raschiate e ridipinte. Per cercare di smascherarli sarebbe indispensabile analizzare i pigmenti.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talens

Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui

E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.

Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabil e Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Ecco i demoni del peccato che apparvero a Costanza, protettrice del Caravaggio

Noba, poesia totale. Quando cose quotidiane si riaccendono sotto uno sguardo che vivifica