Home / Aneddoti sull'arte / Rembrandt sognava che la sua vedova ne bevesse le ceneri in una coppa come Artemisia
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Rembrandt sognava che la sua vedova ne bevesse le ceneri in una coppa come Artemisia

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Rembrandt Harmenszoon Van Rijn, Artemisia riceve le ceneri di Mausolo, 1634, olio su tela, 142×153 cm, Madrid

Rembrandt Harmenszoon Van Rijn, Artemisia riceve le ceneri di Mausolo, 1634, olio su tela, 142×153 cm, Madrid

 

Rembrandt si pensò morto e immaginò di essere incorporato dalla moglie Saskia, come Mausolo che era finito nella coppa dell’adorata Artemisia, emblema della fedeltà coniugale. Un amore che va al di là della morte. Un sentimento che porta all’incorporazione del defunto, alla trasformazione della polvere in carne. Artemisia riceve le ceneri di Mausolo è un dipinto realizzato da Rembrandt nel 1634. Un’opera che racconta una storia sentimentale senza fine. Il titolo è stato posto al quadro in un tempo successivo alla sua esecuzione, anche se la critica non converge unanimemente sull’identità del soggetto.

La protagonista della raffigurazione, che l’autore dota di vesti regali, tagliate in una pregiata stoffa minutamente ricamata e costellata di concrezioni auree e di perle, riceve, dalla mano di una giovane serva, una coppa. La scena, in un primo momento, ci pone davanti a un bivio in merito all’identificazione del personaggio: dovessimo imboccare il primo sentiero ci troveremmo di fronte ad Artemisia; scegliessimo il secondo, incontreremmo Sofonisba. E’ solo la coppa ad unire le due donne. Le loro storie sono invece completamente diverse.

Artemisia era sorella e moglie di Mausolo, satrapo dell’impero persiano e sovrano della Caria. Quando il consorte se ne andò per sempre nel regno delle ombre lievi, lei non conobbe pace. Non riuscendo a sopportare il dolore causato dal drammatico distacco, diluì le ceneri del marito nell’acqua e bevve l’intruglio da una brocca dorata. Seguendo forse un rituale antichissimo, diventò così un’urna vivente. Spirito e corpo del coniuge entrarono in lei, si unirono ad ogni sua fibra. E ciò non bastò. Per onorare il compagno, la regina innamorata fece erigere una tomba straordinaria che assunse, dal nome del defunto, la denominazione di Mausoleo.

In fondo alla seconda strada ideale, sempre con una coppa in mano, troviamo invece Sofonisba, la regina di Numidia che fu imprigionata, dopo essere stata sconfitta da Massinissa. Per sottrarsi ai romani si uccise, bevendo un liquido velenoso. Ma questo non è il caso della regina di Rembrandt. L’episodio narrato dal pittore porta verso la prima direzione, al cospetto di Artemisia. La modella che posa con la coppa è la moglie dell’artista, Saskia van Uylenburch: il suo volto disarmonico, il doppio mento, l’aspetto matronale, i lunghi e mossi capelli biondo-ramato, un po’ stopposi, conducono proprio a lei, l’amatissima.

Rembrandt ebbe così modo, realizzando il dipinto, di vedere se stesso al di là della morte – eccolo apparire, là in fondo, nell’oscurità della morte, come un lemure – e soprattutto di immaginare il sentimento della propria compagna. Ma il destino, come sappiamo, dispose altrimenti: Saskia morì prima del marito.

La vicenda di Artemisia, qui narrata pittoricamente, merita un approfondimento storico-antropologico. L’atto di inghiottire le ceneri dei defunti doveva essere diffuso nell’antichità, nel caso di legami sentimentali intensi o per l’acquisizione del potere e della forza spirituale di un capo dotato di qualità straordinarie. Anche il nemico diveniva oggetto di una consumazione rituale. Dopo la morte di Romolo, come raccontano Livio e Plutarco, non si trovò neppure un brano della sua salma. (ebc)

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Eva Jospin, una grotta incantata realizzata nel bosco con il calco dei cartoni. Un lavoro straordinario. Il video

Pittura e alchimia, cosa significa la grotta nei quadri