Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Restaurata la gigantesca e meravigliosa tela di Veronese che rappresenta la “Cena di san Gregorio Magno”

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Concluso il restauro della “Cena di san Gregorio Magno” di Paolo Veronese a Monte Berico. L’inaugurazione alla presenza della autorità è prevista venerdì 10 alle 12 e sarà su invito. Lo annunciano i Musei civici di Vicenza.
Dal pomeriggio il pubblico potrà accedere nella sala del refettorio per ammirare la “Cena di san Gregorio Magno” durante l’apertura della Basilica di Monte Berico. L’ingresso è libero.

blank
Il dipinto appesantito da vecchi restauri e verniciature
blank
L’opera dopo la sverniciatura
blank
La grande tela del Veronese ora, dopo il restauro

Per l’occasione assessorato alla cultura del Comune di Vicenza e Soprintendenza archeologia, belle Arti e Paesaggio delle Province di Verona, Rovigo e Vicenza, con Intesa Sanpaolo, che ha sostenuto il restauro, promuovono alcune iniziative di approfondimento.
Venerdì 10 giugno alle 17.30 alle Gallerie d’Italia – Vicenza (ingresso libero) si terrà l’ultimo appuntamento del ciclo “Luci sul Veronese”: Giorgio Bonsanti, curatore scientifico del progetto “Restituzioni” di Intesa Sanpaolo terrà una conferenza dedicata a “L’arte veneta nei restauri di Restituzioni”.
L’incontro è l’ultimo di sei approfondimenti dedicati al contesto culturale ed artistico relativo alla grande tela “Cena di san Gregorio Magno”.
.Sabato 11 e domenica 12 giugno, alle 10 e alle 11, sono in programma visite guidate gratuite all’opera restaurata, della durata di un’ora e condotte da guide turistiche autorizzate. Per prenotazioni: Consorzio Vicenzaè, 0444994770, [email protected] Il punto di ritrovo sarà al monumento ai Caduti Austriaci accanto alla Basilica.

La Cena di san Gregorio Magno, opera del 1572 di Paolo Caliari detto Il Veronese, adorna la parete di fondo dell’antico refettorio del Santuario di Santa Maria di Monte Berico, luogo di culto custodito dall’Ordine dei Servi di Maria e visitato ogni anno da milioni di pellegrini. Il dipinto, di dimensioni monumentali (cm 8,78 x 4,45 h per un totale di circa 39 mq), appartiene alla serie delle cosiddette ‘Cene’ ed è considerato uno dei capolavori della maturità del Veronese, primario esponente del Rinascimento italiano e, insieme al Tiziano e al Tintoretto, della pittura veneziana cinquecentesca. Tra tutte, la Cena di san Gregorio Magno è l’unica ancora conservata nel luogo per il quale
fu creata. La scena rappresenta una delle cene che san Gregorio soleva offrire ai pellegrini, durante la quale accanto al pontefice, per premiarne la carità, appare Gesù. Lo stato conservativo del dipinto portava i segni della sua storia travagliata: il 10 giugno 1848, durante la Battaglia di Vicenza, nella prima guerra d’indipendenza, la tela fu lacerata
dai soldati austriaci in 32 pezzi e sottoposta, in seguito, ad un primo restauro voluto dall’imperatore Francesco Giuseppe e a successivi parziali interventi.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!