Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

San Casciano dei Bagni, dopo aver trovato i tesori del tempio si scava ora nella necropoli etrusca

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

È iniziata in questi giorni una nuova campagna di scavo archeologico in località Palazzone, frazione di San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, promossa dall’Amministrazione comunale, nell’ambito del più ampio programma di ricerca e valorizzazione del patrimonio storico-archeologico del territorio comunale che ha portato alla scoperta del “Santuario Ritrovato” al Bagno Grande di San Casciano dei Bagni.

blank

L’indagine sarà condotta dalla cattedra di Etruscologia dell’Università di Pisa (dott.ssa Lisa Rosselli) su concessione della Direzione Generale Abap (Archeologia, belle arti e paesaggio) del Ministero della Cultura, e in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena Grosseto e Arezzo (funzionaria dott.ssa Ada Salvi) e rientra nel progetto generale di aggiornamento della carta archeologica comunale, ripreso da circa due anni per volontà dell’Amministrazione Comunale e condotto congiuntamente da Soprintendenza, Università di Pisa e Università per Stranieri di Siena, oltre che con il prezioso aiuto del Gruppo Archeologico Eutyche Avidiena.

blank

L’area che sarà oggetto di esplorazione fa parte di una vasta zona di interesse archeologico, più volte segnalata già durante l’Ottocento per numerosi rinvenimenti, in particolare di epoca etrusca, legati a contesti funerari: pregevoli reperti che all’epoca finirono dispersi sul mercato antiquario o furono venduti a musei esteri, come il museo di Berlino e il British Museum.

Grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’Azienda Podernuovo a Palazzone di Giovanni Bulgari, azienda vitivinicola nata nel 2004 che conta 26 ettari vitati sui 50 ettari totali, proprietaria dell’area di scavo, che ha dato il proprio consenso allo svolgimento delle operazioni, e alla sinergia degli enti di ricerca e di tutela coinvolti, sarà possibile dare inizio ad una nuova stagione di indagini e studi scientifici volte alla documentazione e al recupero, anche in quest’area, delle tracce del passato più antico del territorio sancascianese.

«La grande scoperta del “Santuario Ritrovato” al Bagno Grande che ha portato San Casciano dei Bagni sulle pagine dei giornali di tutto il mondo” – afferma la Sindaca Agnese Carletti – rientra da subito in un progetto più ampio di ricognizione archeologica dell’intero territorio comunale e di cui questo nuovo scavo è uno dei risultati. Tra l’altro non l’unico. Infatti, nei primi giorni di settembre verranno anche presentati alla popolazione di Celle sul Rigo, sempre dall’Università di Pisa, gli esiti degli studi fatti sulle cavità sotterranee che attraversano la frazione di San Casciano dei Bagni. E il lavoro proseguirà anche nei prossimi anni. Intanto un grazie va all’Azienda Podernuovo che ha permesso questo nuovo scavo che spero possa aggiungere valore a tutto il territorio».

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!