Home / Pittura antica / Sei secoli di pittura europea All’Accademia Carrara di Bergamo centododici capolavori della collezione Rau, da Beato Angelico a Renoir e Morandi
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Sei secoli di pittura europea All’Accademia Carrara di Bergamo centododici capolavori della collezione Rau, da Beato Angelico a Renoir e Morandi

rau051Marco Buscarino per “Stile” intervista Francesco Rossi, curatore della mostra “La collezione Rau” aperta all’Accademia Carrara di Bergamo.

Al di là degli elevati valori pittorici rappresentati dalla collezione, possiamo individuare in questa mostra un percorso sintetico, un viaggio nella storia dell’arte che permette in sintesi al visitatore di distinguere le scuole nazionali, i reciproci influssi, la nascita del moderno….
La collezione di Gustav Rau è una raccolta molto particolare, in quanto riflette l’ideale di tutti i grandi collezionisti, che è quello di costruire una sorta di storia dell’arte per capolavori. Detto ciò, bisogna anche tenere presente che la mostra offre una selezione di opere, centododici, sulle circa seicento complessive. Rau è stato un collezionista somigliante più ai suoi omologhi dell’Ottocento che agli attuali. Normalmente il collezionista contemporaneo agisce su due direzioni ben precise: o acquista importanti raccolte già formate (pensiamo alla collezione Thyssen, il cui nucleo fondamentale è costituito da raccolte che furono rilevate in blocco), oppure tende alla specializzazione, cioè isola un periodo della storia dell’arte e lo approfondisce. Per Rau non è stato così. Egli si è mosso individuando le singole opere e acquisendole una per una, quindi condizionando le scelte in base alla propria mentalità. Ci sono quindi, da un lato la volontà di tipo storico di rappresentare l’intero percorso dell’arte, e dall’altro una dimensione estremamente personale. Infine, bisogna tenere conto anche delle circostanze in cui si è formata la raccolta. Infatti Rau negli ultimi quarant’anni ha operato prevalentemente in Africa come medico e come responsabile delle sue Fondazioni, dei suoi ospedali, quindi senza occuparsi stabilmente del mercato. Da quanto ho potuto ricostruire, egli si teneva informato sostanzialmente per corrispondenza: gli mandavano i cataloghi d’arte e d’asta e, in Europa o in America, egli individuava i pezzi di suo interesse.
E come avveniva l’acquisizione?
Faceva dei blitz di pochi giorni. Andava per esempio una settimana a New York, dove aveva prenotato una serie di opere: se queste gli piacevano, le acquistava. Essendo persona con mezzi sconfinati, godeva certo di un trattamento di favore.
Possiamo definirlo un grande conoscitore d’arte?
Senz’altro. Le sue acquisizioni venivano alternate da lunghissimi momenti di meditazione. Quindi le scelte maturavano in un percorso abbastanza complesso. Di ciò va tenuto conto per capire la mostra: dove, peraltro, non tutte le scuole sono rappresentate. Ci sono dei vuoti, che può darsi siano dovuti all’indisponibilità di opere sul mercato, ma che, più probabilmente, riflettono proprio i suoi interessi personali. Ad esempio, nella raccolta non c’è niente del Manierismo toscano o romano; tutta la cultura del Cinquecento maturo è ignorata; ora, non è possibile pensare che in quarant’anni non gli sia mai capitato un pezzo significativo di quel periodo, anche perché negli anni Sessanta e Settanta tali opere circolavano, erano di eccelso valore ed avevano prezzi abbordabili. Se Rau non le ha acquistate, significa che lo ha fatto per una scelta precisa. Pensiamo, ancora, ad epoche a noi più vicine. E’ curioso che vengano rappresentati tutti i grandi momenti della cultura europea dell’inizio del nostro secolo, dai Fauve agli Espressionisti ai Simbolisti, e che non ci sia nulla del Cubismo. Non è immaginabile che Rau non fosse in grado di trovare dipinti di tale ambito; evidentemente aveva deciso di non selezionare i movimenti di punta. Non voglio pensare che li ignorasse: secondo me era proprio una forma di rifiuto, perché l’opera d’arte, per lui, aveva altri significati. Credo fosse per lui una sorta di ultimo, residuo legame con la cultura occidentale. Dopo la “mutazione genetica”, per cui si era recato a fare il medico in Africa, l’arte aveva assunto il valore di legame con la cultura d’origine. E allora, per Rau era importante ciò che si collegava alla cultura occidentale, non ciò che la negava. Ecco che il cubismo, molto più vicino alla cultura africana degli altri movimenti dell’arte moderna, non gli interessava, proprio perché meno riferibile alla tradizione dell’Occidente. Da qui l’“asistematicità” che c’è nella raccolta, e che viene riscattata proprio dalla qualità. Va sottolineata ancora una peculiarità della raccolta stessa. Alcuni artisti vengono colti in “contraddizione”, rappresentati in un modo originale: penso allo straordinario ritratto di Fragonard, proiettato in una dimensione completamente nuova che sembra anticipare Delacroix ed il clima romantico. O al piccolo quadro di Luini, che appartiene ad un certo tipo di cultura leonardesca, ma individuato proprio nel momento di “contraddizione” in cui Luini riesce ancora a tenersi fuori dalla sua dimensione “popolare” e apparire come un autorevole intellettuale che riflette su Leonardo. Cosa che Luini fa di rado.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Ekfrasis – Cosa significa. La rinascita dei quadri-fantasma

Fai clic. La neve e il ghiaccio, i pattinatori, le trappole per uccelli. Cammina nel quadro di Bruegel. Lente magica