Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Stilettate di Zana. Con la Vendetta di Hayez. Un piatto da non servire, nemmeno freddo

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

ll Trittico della Vendetta è costituito da tre opere di Francesco Hayez, risalenti a metà Ottocento. Maria, la protagonista, nella prima tela viene consigliata dall’amica Rachele a utilizzare la delazione politica per vendicarsi dell’amante dal quale è stata tradita; nella seconda, convinta da Rachele, imbuca la lettera; nella terza si pente del proprio gesto e tenta di impedire la consegna della denuncia anonima. L’opera in copertina è uno dei tre dipinti, intitolato Consiglio alla vendetta, (1851); 237x178cm. Questo tema è anche sviluppato da Boito nella novella Senso, trasposta cinematograficamente da Luchino Visconti.
STILETTATE
di Tonino Zana
“Chi la fa l’aspetti”. Ho ascoltato il breve proverbio nelle ultime file di un funerale antico e siccome ormai il rito era stato consumato, le preghiere svolte, il pianto dedicato, mi sono concesso un fraseggio, sono entrato nel cerchio, ho declamato: “Chi la fa l’aspetti”, un bel niente. Conosco mille persone balorde, ne hanno combinate di ogni, alcuni sono morti e non hanno aspettato nessuno.
Dunque, cosa propongo? Vendetta mai, non per bontà, per fede religiosa o dettato morale, no, per evitare un danno psicologico a me stesso, la vendetta costa danari, tempo e travasi di bile e se sbagli la mossa paghi triplo.
Allora, il perdono? Neanche per sogno. Il perdono finto e ad alta voce, di sicuro, il perdono maiuscolo lo lascio a chi perdona a raffica e spesso lo fa per mestiere.
Vendetta, no, perdono, no, perciò, vita sospesa, limbo operativo? No. Direi di una paziente attesa e intanto uno sguardo da altre parti. Di più, una puntata profondamente pessimistica e se succede qualcosa di decente, meglio, è come trovare una pepita d’oro per terra.
Infine, caro direttore, vale una stilettata tutto questo? Forse no, e forse sì. Tutto sommato, chiudere un funerale con intenzioni neutre, quasi buone porta bene e in ogni caso fa bene alla salute. Prosit. E “chi la fa l’aspetti” aspetterà.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!