Press "Enter" to skip to content

Tutto su “dipingere il mare”

La falesia d'Etrat. Monet la dipinse in ogni condizione di luce e di tempo. Come cambia. Il video delle opere

Queste spiagge, quest'aria cristallina, questo costante mutamento del tempo e delle condizioni luminose sono rilevatrici - soprattutto per Monet - dell'essenza e della forma attraverso la variante del fenomeno tonale e della prospettiva aerea. Ciò testimonia la profondità di Monet, che non è stato soltanto un "grande occhio", ma uno dei pittori che hanno aperto le porte all'arte strutturale del Novecento

Dipingere l’acqua e il mare – Acqua e nuvole, video tutorial paesaggi marini

Dipingere il mare, seguendo il canone del realismo, non è certamente facile. Questo perchè - come per la neve e il verde dei prati e degli alberi - dobbiamo cambiare atteggiamento verso il colore, smontando quelli che sono i preconcetti cromatici, cristallizzati dal linguaggio verbale. Il mare, per convenzione, è blu, come il cielo è azzurro. Il pittore sa che se dovesse stendere questi colori, otterrebbe un quadro pessimo, a meno che non li caricasse, non li estremizzasse in una direzione fauve.
- PER PASSARE AGLI ALTRI CAPITOLI
- CLICCA PROGRESSIVAMENTE
- SUI NUMERI DI PAGINE
- CHE TROVI QUI SOTTO

Dipingere un temporale sul mare come Turner. Ecco l'anatomia tecnica di un suo dipinto

Turner dipinge qui con l’acquerello su carta. Era la sua tecnica preferita, all’aperto, per raccogliere soggetti paesaggistici dal vero. L’acquerello non richiede dotazioni ingombranti. Il foglio misura 17,8 x26 . La base è cioè poco più lunga di una spanna. L’artista afferra l’istante e costituisce un importante precedente per gli Impressionisti. L’opera è caratterizzata tecnicamente dall’uso di un pennello medio- grosso e piatto , che imprime pennellate direzionali, non lineari. Ben visibili le tracce delle setole

Come dipingere il mare, l'alba, le onde, la schiuma, la sabbia. Video tutorial e consigli

L'opera che vediamo, per quanto mancante della cosiddetta prospettiva aerea e per quanto sia cromaticamente eccessiva, costituisce una buona palestra per alcune soluzioni pittoriche, quali il gioco dell'onda che si ripiega su stessa, come un panneggio di seta. Si tratta pertanto di andare oltre lo stereotipo pittoresco di questo dipinto, sfumando ancora e giocando su tonalità intermedie

Come dipingere con l'acquerello la spiaggia, il mare, le onde. Il video

Grant Fuller, canadese, è un noto acquerellista che mette a disposizione la propria esperienza affinché questa tecnica - oggi poco utilizzata - possa essere praticata da un numero crescente di appassionati. Preparato il foglio di carta con un disegno delle linee presenti nel paesaggio, Fuller utilizza un pennello intinto nell'acqua per preparare la stesura più leggera, quella del cielo, che deve rendere una trasparenza maggiore. Poi lavora tutto con un pennello medio, che consente di ottenere stesure misurate e uniformi di colore