Tag Archivi: Disegni erotici biedermeier

Ottocento, eros in giardino e nelle case di campagna. Le opere di Achille Devéria

Durante la villeggiatura in campagna, la vita sociale e gli impegni mondani o di lavoro erano ridotti al minimo. Per riprendersi dalla vita stressante delle città, nobili e borghesi sceglievano di trasferirsi, all'inizio dell'estate in luoghi lontani dagli spazi urbani, scegliendo, nella maggior parte dei casi, edifici e palazzi che sorgevano al centro delle proprietà agricole. La permanenza in campagna serviva al capofamiglia ad esercitare il controllo sui fattori, durante le stagione dei raccolti, fino a giungere ad ottobre, mese della vendemmia e della caccia. La diminuzione delle formalità portava con più facilità all'esercizio del sesso, rubato nei giardini o nelle stanze non frequentate dalle casa. Achille Devéria (Parigi, 6 febbraio 1800 – Parigi, 23 dicembre 1857), pittore, disegnatore e litografo francese ne offre un ottimo saggio

Leggi Articolo »

Quando il sesso esplodeva nel parco o nel bosco. Ottocento nascosto, svelato dalla pittura

Nel parco. Uno dei topoi sentimentali ed erotici dell'Ottocento - sia nell'ambito della letteratura che della pittura - è la passeggiata nel parco e l'escursione a cavallo a deux. Situazioni e luoghi insidiosissimi, quelli en plein air, per la restaurata morale ottocentesca, a differenza del verde libero dei grandi parchi libertini del settecento, nei quali il sesso era prassi. Normalmente queste passeggiate avvenivano, con discreti controllori - fratelli, sorelle, altri amici - proprio per evitare questi cedimenti. Ma c'era chi, riuscendo ad aggirare gli ostacoli, sciaguratamente rispondeva all'invito di una passeggiata a due. Achille Deveria (1800-1857) crea due magnifici flash di pittura dal gusto biedermeier. Un incontro dolce e lato di un giardino e un furibondo divorarsi, dopo una cavalcata, in un bosco.

Leggi Articolo »

Sesso, vino e orge anti-risorgimentali negli acquerelli tedeschi del 1865

I personaggi sono caricati dal disegnatore e piegati verso una rappresentazione, comico-grottesca. Vino e donne dominano l'orizzonte, moltiplicando attraverso il numero delle signore a disposizione e pertanto le possibilità di soddisfacimento di ogni desiderio. Il sesso reazionario - a differenza da quello libertino, di marca francese - è crasso e punta allo scarico delle tensioni attraverso atti che portano al godimento alimentare e sessuale, come una delle forme di mantenimento dello status quo.

Leggi Articolo »