Press "Enter" to skip to content

Tutto su “Donna che cavalca un uomo”

Cosa significa l'immagine di una donna che cavalca un uomo?

Il tema iconografico è ricorrente in numerosi palazzi e castelli italiani. La stratificazione dei significati - e pertanto la polisemia - contempla l'analisi di un'allusione più apertamente erotica, venata da un'idea di ribaltamento dei ruoli sessuali, percorsa da una vena sado-masochista. Così la libido assale in tarda età: a San Gimignano il crollo amoroso di Aristotele è rappresentato in opposizione ai leciti piaceri dei coniugi. La leggenda divenuta pittura trae origine da un racconto che ricostruisce la vendetta di Alessandro Magno sul maestro troppo vigile nei confronti della morale. L’allievo trova una prostituta, e per l’erudito è umiliazione. Anche se, alla fine, la retorica lo salverà

Le donne e Priapo, gioia ed estasi dei piaceri segreti nei disegni "anni Venti"

Dopo la guerra, finita l'epidemia di spagnola, sepolte le povere vittime, il mondo cerca di riprendere a vivere e a sorridere. In questi anni avanza con sempre maggiore potenza il concetto di slancio vitale, indicato da Bergson come risorsa di rinnovamento vitalistico di un'umanità che ha dimenticato le prorpie risorse positive. Anche il disegno erotico, in precedenza caratterizzato dal languore di un sesso esplorato in ogni direzione, assume le linee del classicismo greco e romano. Priapo, il protettore dei campi e delle proprietà private, viene evocato dagli artisti affinchè eserciti una sorta di risarcimento nei confronti di un mondo femminile che non era stato risparmiato da una profonda sofferenza