Tag Archivi: Fotografie di nudo artistico

Misha Gold – Nella fotografia di nudo russa il denaro è una zona erogena

Esiste una fisiologia del denaro come sistema concreto di comunicazione positiva? E il denaro che circola - a differenza delle ricchezze immobili - non crea un diffuso senso di euforia? Da questi presupposti, un parte della fotografia americana di nudo, riprendendo il mito dell'orgia della ricchezza - che noi sviluppavamo negli anni Ottanta - riflette su dollari e rubli come zona erogena

Leggi Articolo »

Bettie Page, la Venere sexy e spudorata degli anni Cinquanta entra nei musei. Il video

Negli anni della crisi, il recupero di periodi lontani, circondati da un'aura di ottimismo e positività, costituisce un piccolo conforto che alimenta le speranze di serenità. Le immagini di Bettie Page, forse la prima pin-up, la prima ragazza copertina universalmente conosciuta ed amata, entra nei musei e a questa donna molto affascinante, che posava senza tabù davanti all'obiettivo, in pose ardite, mutando il proprio volto di ragazzina della porta accanto, Bologna ha dedicato una mostra. Bettie (1923-2008) è stata studiata, analizzata e proposta come simbolo aureo degli anni Cinquanta, durante i quali era stato rimosso il trauma della guerra e il mondo aveva il desiderio di tornare a vivere, con qualche concessione all'edonismo

Leggi Articolo »

Emil Schildt, come fare emergere fantasmi dal liquido amniotico della fotografia

Fotografo danese, Emil Schilt è noto per la qualità estrema della sua ricerca che recupera l'onirismo surrealista e le visioni della psiche, attraverso un ritorno alla fotografia intesa come bagno amniotico e alchemico. L'artista utilizza infatti spesso procedure antiche per le pose delle sue modelle. Macchine ottocentesche, esposizioni lunghe, gelatina all'olio di bromuro e ritocco disegnativo del positivo. L'effetto si colloca al punto d'incontro tra la fotografia e il disegno

Leggi Articolo »

Stephan Brauchli, natura e fantasia senza veli

Stephan Brauchli con i suoi scatti in bianco e nero vuole scrivere un inno alla sensualità, un canto fotografico in scala di grigi; le dolci forme di un corpo femminile e il contrasto vivido contraddistinto da una marcata nitidezza. Il fotografo vuole essere fedele a ciò che l'occhio può vedere realmente, senza filtri o fotomontaggi. Una pura realtà descritta e interpretata dall'abilità dello studio della luce, naturale o di flash da studio. Il corpo diviene sostanza, un soggetto-protagonista nella natura idilliaca e selvaggia, e oggetto di design davanti a un fondale bianco

Leggi Articolo »

Stanko Abadzic, ritorno a Itaca. Dopo le cronache di guerra il nudo artistico

Stanko Abadzic (1952) ha iniziato la sua carriera professionale nel campo della fotografia come fotoreporter per il quotidiano croato Vjesnik . Durante questo periodo ha fatto reportage noti dalla Tunisia, da Malta, dalla Turchia. Dopo l'inizio della guerra croata, nel 1991, Abadzic si trasferisce all'estero. Trascorre quattro anni in Germania e sette anni nella Repubblica Ceca, a Praga, città che ha avuto il maggiore impatto sulla sua espressione artistica portandolo all'abbandono del fotogiornalismo a favore della fotografia artistica A questo punto della sua carriera si è trasferito lontano da fotogiornalismo verso l'arte della fotografia

Leggi Articolo »

Michal Babčan – La sinuosità leggiadra dell’Altra metà del cielo

Il fotografo Michal Babčan è nato nel piccolo villaggio di Borinka,in Slovacchia. Ha studiato arte popolare, ceramica e pittura presso la Scuola d'Arte centrale e nella Scuola di Belle Arti di Bratislava. Artista poliedrico, ha ultimamente intensificato il suo interesse nei confronti della fotografia, segnalandosi per l'accordo rilievo della leggiadria e della grazia della donna,espressa attraverso un potenziamento della sinuosità e della levità.

Leggi Articolo »

Helmut Newton quotazioni gratis – Biografia e video

L’arte del fotografo berlinese è caratterizzata da una acuta capacità di indagare la realtà, il corpo, il viso e i luoghi, in cui le immagini vengono scattate, permettendo all’osservatore di percepire il fluire infinito di idee che efficacemente si trasferiscono in ogni singolo scatto

Leggi Articolo »

28mila dollari per la doppia foto (Sylvia vestita e nuda) scattata da Newton a Brescia

Attendiamo quella foto di Helmut Newton. Sylvia nuda e Sylvia vestita. Per il naturalismo dell'immagine; per il volto e il corpo di una modella che ancora provava, nel primo anno di attività, un senso di pudore e di disadattamento; Helmut Newton scelse una villa - qualcuno dice che la foto fu scattata a villa Wuhurer, nel Bresciano - mentre è sicura la collocazione geografica e temporale: Brescia, 1981. Passano le immagini degli Dei e dei grandi gladiatori della fotografia. Mapplethorpe supera agevolmente le stime. Clienti di tutto il mondo si contendono con rialzi continui una fotografia storica, una fotografia da antologia, stampata come si faceva una volta, in autentiche camere scure: gelatina d'argento.

Leggi Articolo »