Press "Enter" to skip to content

Tutto su “francis bacon”

Battaglia tra Cina e Usa, attorno a un Bacon da 84 milioni. La politica entra nelle sale d'asta. Il vincitore

Pechino contro New York per un trittico di Bacon. E la battaglia all'asta, a suon di rialzi, assume anche una connotazione profondamente politica, legata all'atteggiamento economicamente e culturalmente espansionista e mondialista della Cina, che sottrae progressivamente posizioni all'Occidente. Quindi la gara d'asta giocata nelle scorse ore per Bacon è stata, sì, un contesa tra collezionisti, ma anche qualcosa di più: il contrasto tra due mondi. Appropriarsi dei grandi della storia dell'arte occidentale, per i cinesi, non è soltanto una forma di investimento, ma una sorta di programmatica raccolta di trofei di guerra. Anche gli arabi, spesso, giocano queste partite

La tecnica di Francis Bacon e la profanazione delle fotografie. L'urlo del Papa

L'uso della fotografia, prima della stesura del quadro. Bacon conferisce un tempo lungo all'otturatore per cogliere il movimento del volto in strisciata. Poi interviene sulla stampa con violenza, prefigurando, in questo modo, la realizzazione del dipinto. Una tecnica singolare e particolarmente efficace. E' possibile cogliere in questo atto qualcosa di simile alla profanazione dell'unità di un'immagine sacra