Tag Archivi: I monocromi e gli acromi nell’arte

Cos’è un achrome? E cosa significa nell’arte? Chi lo produsse? E perché? Il video

Piero Manzoni è uno degli artisti più radicali degli anni '50 e dei primi anni '60 che hanno segnato profondamente l'arte del Novecento, nonostante la sua vita brevissima, conclusasi, a causa di un infarto, pochi giorni prima del suo trentesimo compleanno. La serie Achrome è proprio quella in cui ha focalizzato e sviluppato la sua grammatica. A.cromo significa senza colore. Non è nemmeno un monocromo, cioé un opera realizzata con un solo colore. Ma è mancanza di colore stesso. La meditazione che Piero Manzoni induce è quello sulla struttura e sulla funzione di copertura e di finzione promossa dal colore stesso in ogni attività umana. Attraverso la sottrazione del colore, l'artista invita ad approfondire la valenza dell'impatto cromatico in ogni realtà e sottolinea la povertà della materia. Egli contribuisce a differenziare l'arte italiana dal modello seduttivo del pop americano, connaturato generalmente alla valorizzazione cromatica

Leggi Articolo »

Agostino Bonalumi – Gratis quotazioni ed esiti d’asta. La storia, le opere

Nonostante una malattia con cui ha convissuto per lungo tempo, Bonalumi, ha lavorato con assiduità sviluppando la sua ricerca fino agli esiti degli ultimi anni portando anche a compimento la realizzazione di un ciclo di sculture in bronzo progettate alla fine degli anni sessanta. Bruxelles, Mosca, New York, Singapore sono alcune delle capitali mondiali che ospitano sue personali nell’ultimo periodo di attività.

Leggi Articolo »