Tag Archivi: Mamma e bambini nell’arte

Giuseppe Mentessi, il mondo sarà salvato dal sentimento e dalle donne buone. I quadri dell’anima

"Ha fatto di quasi ciascuna delle sue opere un inno all’amore, al dolore, alla pietà.- scrisse Vittorio Pica nel 1903 - Egli è dunque in ispecie artista di sentimento, non dimenticando però mai di dover essere, innanzi tutto, pittore". Nel 1891 presenta alla I Triennale di Brera il dipinto Ora triste, che segna la svolta dell’artista verso una pittura di contenuto umanitario. Nel 1895 espone alla I Mostra Internazionale di Venezia Panem Nostrum Quotidianum, ancora oggi considerato uno dei capolavori del realismo sociale in Italia, partecipando in seguito assiduamente alle edizioni della Biennale fino al 1914. Nel 1900 tocca l’apice della fama ottenendo la medaglia d’argento all’Esposizione Universale di Parigi con il dipinto Visione triste e il Premio Principe Umberto con il pastello Madre operaia

Leggi Articolo »

La dolcezza e il dolore, monumento d’amore alla moglie morta

Nel 1872 Giovanni Battista Lombardi (1822-1880) dà avvio al suo più intenso ritratto ambientato a figura intera, il Monumento dedicato a Emilia Lombardi Filonardi, scolpito per la giovane moglie prematuramente scomparsa. Nella composizione, se da un lato la collocazione al Cimitero Verano suggerisce il genere dell’opera, dall’altro si assiste all’intrecciarsi e sovrapporsi di modalità espressive appartenenti a contesti rappresentativi diversi, con il risultato di una stupefacente sintesi espressiva e stilistica.

Leggi Articolo »