Press "Enter" to skip to content

Tutto su “Monsù Desiderio”

Monsù Desiderio: notte, fuoco, eleganza, ruderi, inferno. Gli incubi antichi. Il video delle opere

Di lui si sa pochissimo, nonostante sia stato un autore dotato di una carica onirica intensa, così da essere apprezzato, secoli dopo, da Breton e dai surrealisti. Il mistero è moltiplicato dal fatto che, dopo la sua morte, nella bottega napoletana l'opera fu continuata dal pittore connazionale Didier Barra, sicchè si era pensato che monsù Desiderio fosse lui, come risulta da antichi inventari

Monsù Desiderio – Chi era il pittore demoniaco finalista al prossimo Campiello?

Fausta Garavini è autrice del romanzo Bompiani dedicato al misterioso artista. Dipinti spesso inquietanti: città splendide, grandiose, ma sinistre; gli inferi che si dischiudono come palazzi regali. Pittore dalla fervida immaginazione, François Didier de Nomé, detto Monsù Desiderio nacque a Metz, in Lorena, attorno al 1593 e morì a Napoli nel 1644