Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Necropoli”

Sepolti nel IV secolo in grosse anfore che servivano per l’importazione di vino, olive e salse

La sepoltura all'interno di questi grandi vasi cilindrici è generalmente riservata ai bambini, sebbene alcuni adulti ne traggano beneficio. Due anfore sono in questo caso annidate una dentro l'altra. Molto spesso sono i frammenti di stomaci che fungono da coperchio. Queste anfore sono principalmente produzioni africane, che costituirono le importazioni preponderanti in Corsica tra il IV e il VII secolo d.C.

Portati alla luce resti e ceramiche pregiate della Milazzo greca. I riti funebri del V secolo a. C.

Ad avviare la campagna di scavo sono stati alcuni fondi del proprietario del terreno, quindi si è proseguito grazie a un finanziamento regionale di 140mila euro. Sono stati così rinvenuti nuovi e interessanti elementi per la conoscenza dei riti funerari, nel periodo tra gli inizi del VI e gli inizi del V secolo a.C., che integrano la conoscenza relativa alle 198 sepolture pluristratificate, finora indagate

Vasi straordinari emergono da una tomba etrusca. Sulle ceramiche anche immagini della guerra di Troia

Da una delle sepolture sono stati recuperati vari frammenti ceramici di skyphoi, grandi vasi da banchetto etruschi con decorazione a figure rosse; due kylikes figurate del Gruppo Sokra con decorazione sovradipinta in rosso, esoprattutto uno stamnos etrusco a figure rosse integro

Altre 20 tombe dell’Età del Bronzo emergono dalla spiaggia pugliese di Torre Guaceto

L'indagine archeologica ha permesso di iniziare a ricostruire i costumi funerari della popolazione che nella tarda età del Bronzo (XIII-XII sec. a C) risiedeva sul promontorio della torre aragonese ed aveva allestito il proprio cimitero, poco distante, nell'area dell'attuale spiaggia delle conchiglie