Home / Tag Archivi: Premio Ghidoni iscritti (pagina 6)

Tag Archivi: Premio Ghidoni iscritti

Massimiliano Cossalter – Opera 2

  Autore: Massimiliano Cossalter Titolo opera: Il mio “sé” Anno: 2015 Tecnica e materiali: Modellato in argilla autoindurente Misura: cm 7×9,5×11,5 Nota esplicativa: Nato da un’idea di bimbo avvolto in piccola coperta. Ad opera terminata, mi sono riconosciuto in lui, il mio bimbo interiore, da cui il titolo.   Biografia Autodidatta dal febbraio 2015. Inspiegabilmente attratto dall’arte tridimensionale nel 2009, tramite Antonio Canova e Cincinnato Baruzzi. ...

Leggi Articolo »

Massimiliano Cossalter – Opera 1

Autore: Massimiliano Cossalter Titolo opera: Paquita “azzannata” Anno: 2015 Tecnica e materiali: Modellato in argilla autoindurente e smalto rosso Misura: cm 13x14x18 Nota esplicativa: Dedicato alla bassottina di mia mamma entrambe mancate nel 2012. Nata da sola nella casa in cui ha vissuto 16 anni.   Biografia Autodidatta dal febbraio 2015. Inspiegabilmente attratto dall’arte tridimensionale nel 2009, tramite Antonio Canova e Cincinnato Baruzzi.   Links: Facebook – curatore ...

Leggi Articolo »

Costanza Riva

  Autore: Costanza Riva Titolo opera: Stanza n.3 Anno: 2015 Tecnica e materiali: Gesso (e base in cemento) Misura: cm 30x12x16 Nota esplicativa: Le sette testine che compongono l’opera vengono ammassate in un grumo che desidera rientrare in un’estetica che fa riferimento al concetto di persone come architetture. Bianche figure in gesso compongono una forma che intende richiamare non solo i tipici paesini arroccati sui monti, ...

Leggi Articolo »

Liala Polato

  Autore: Liala Polato Titolo opera: Piccola Fenice – volontà/àncora_ancòra Anno: 2015 Tecnica e materiali:  tecnica mista: legno, tessuto, fili da pesca, chiodi Misura: base triangolare ipotenusa cm 36, altezza totale cm 30 Nota esplicativa: La necessità di mettere in azione la volontà, come continuità d’impegno a costruire e come àncora fondamentale, per riprendere il volo dell’esistere;ai piedi della fenice la parola volontà, rappresentata come ...

Leggi Articolo »

Fabrizio Pedrali

La sua voglia di creare e scoprire l’arte in tutte le sue forme, lo spinge a frequentare la scuola d’Arte “ALDO KUPFER” a Palazzolo sull’Oglio (BS) perfezionando il disegno con l’Insegnante Marta Vezzoli, pittura con il Maestro Primo Formenti, scultura e mosaico con il maestro Gigi Ghidotti. Negli anni successivi conosce e frequenta anche gli studi degli Artisti scultori come Remo Bombardieri di Brescia e Giuseppe Guerinoni di Bergamo. Tutto questo lo arricchisce al punto di continuare la sua ricerca dei materiali non fermandosi solo alla creta e al gesso, ma sperimentando resine e composti, marmi e pietre con inserti in bronzo, ferro e legno dove nella fine anni 90 passa dal figurativo all’informale geometrico prediligendo la forma tonda riuscendo a creare nelle sue sculture un gioco di movimenti dove lo spettatore possa diventare fruitore dell’opera stessa.

Leggi Articolo »

Johan Friso

Come Banksy, il misterioso artista inglese, Joahn Friso nasconde la propria identità dietro un nome di invenzione? E perchè il suo nome somiglia a quello dei membri della casa reale olandese? E' italiano o straniero? Si dice che sia un intellettuale belga disamorato dal sistema dell'arte, un imprenditore polimorfo ed eclettico, un neo-dadaista che, raggiunto il benessere economico, ama sconcertare con le sue sculture e i suoi dipinti la realtà statica del mondo dell'arte. Forse Friso è tutto questo

Leggi Articolo »