Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Tentano di rubare un Monet dal museo. Sparatoria e fuga. I possibili motivi del colpo

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Una sparatoria tra polizia e banditi in fuga. Terrore allo Zaans Museum di Zaandam, in Olanda. Due uomini hanno cercato di rubare un quadro di Monet, ma sono stati bloccati dal personale del museo e dai visitatori. Durante la fuga, i banditi hanno estratto una pistola e hanno fatto fuoco in aria. Colpi di pistola sono stati sparati anche dal personale di sorveglianza. I due sono fuggiti su uno scooter nero, che è stato ritrovato dalla polizia. Nessuna persona è rimasta ferita. Il quadro non avrebbe subito danni, ma è stato portato in laboratorio per una verifica accurata.

Perchè pensare di rubare un Monet che, dopo un furto, non ha più alcun valore in quanto diviene pericoloso come materiale radioattivo?
Le ipotesi al vaglio si riferiscono alla possibilità che il furto dell’opera possa essere stato commissionato da qualche “signore della guerra” in qualche angolo sperduto del mondo – ipotesi più remota – quanto a un folle tentativo di chiedere il pagamento di un riscatto al museo per la restituzione del dipinto. La chiave – per quanto poco assennata, comunque – potrebbe essere proprio quest’ultima. I banditi potrebbero aver pensato di rubare l’opera, di collocarla in un dato luogo – magari pubblico – e di vendere al museo le informazioni per recuperare la tela. Ora i due malviventi sono braccati.
blank
Il quadro ad olio oggetto dell’interesse dei rapinatori è De Voorzaan en de Westerhem – 39,2 x 71,5 cm, olio su tela – realizzato da Claude Monet nel 1871 durante un soggiorno di quattro mesi del pittore – con la moglie e il figlio – nelle Terre basse.
L’opera, che raffigura navi che navigano sul fiume Zaan, è stata acquistata dal museo nel 2015 per un 1 milione e 160mila euro. Claude Monet dipinse la scena durante un viaggio a Zaandam nel 1871. Il pittoresco paesaggio dello Zaan affascinò Claude Monet e altri pittori durante le loro visite allo Zaanstreek e ancora oggi richiama numerosi visitatori da tutto il Paese e dal resto del mondo allo Zaanse Schans, sede del Museo dello Zaan. Proprio come i pittori nel XIX secolo, oggi i turisti continuano a giungere in questo piccolo pezzo d’Olanda famoso in tutto il mondo per l’infinita “terra bassa”, i mulini e le case in legno, il cielo pieno di nuvole. A Zaandam, Claude Monet realizzò 25 dipinti e 9 schizzi.
Durante questo soggiorno, Monet scrisse all’amico pittore Camille Pissarro: “Zaandam è particolarmente degna di nota e vi si trova abbastanza da dipingere per tutta una vita, case di tutti i colori, mulini a centinaia e splendide barche”.

Nel Museo dello Zaan “Il Voorzaan e Westerhem” di Claude Monet è in quadro di richiamo. Esso è esposto con opere di altri artisti che dipinsero la stessa zona. Nelle sale, anche una mostra interattiva che presenta a grandezza naturale tutti i quadri e gli schizzi creati da Monet a Zaandam.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!