Home / Notizie in breve / Testori in biblioteca. Nel ventennale della morte Milano ricorda Giovanni Testori con un ciclo di mostre nelle biblioteche
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Testori in biblioteca. Nel ventennale della morte Milano ricorda Giovanni Testori con un ciclo di mostre nelle biblioteche

Giovanni Testori

Giovanni Testori

MILANO  – In occasione del ventennale dalla morte, il Comune di Milano e l’Associazione Giovanni Testori hanno ideato un ciclo di piccole mostre fotografiche – dal 3 al 22 settembre – e documentarie, allestite negli spazi di otto biblioteche civiche.

“Pendolare per una vita, Testori abitava ai confini della ‘grande’ Milano e ogni giorno veniva in treno in città da Novate Milanese per lavorare nel suo studio a Brera – ha ricordato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno durante la presentazione delle mostre –. Artista eclettico, intellettuale complesso e raffinatissimo, Testori è stato un protagonista della cultura milanese del Novecento. E’ quindi significativo che Milano ricordi la sua figura e la sua opera all’interno delle biblioteche rionali dei quartieri che lui amava, in mezzo ai libri che hanno costituito insieme humus e frutto di tanto suo lavoro”.

“Testori in biblioteca” è un progetto in otto tappe, con mostre a tema che indagano alcuni aspetti poco noti ma molto coinvolgenti della biografia culturale di Testori. Sono mostre ricche di materiali fotografici inediti, documenti, pannelli esplicativi, ospitate in questi luoghi fondamentali di formazione e aggregazione che sono, appunto, le biblioteche rionali. Per ogni tappa è previsto anche un momento di incontro, per approfondire la conoscenza dell’argomento trattato e per stimolare anche partecipazione e dibattito.
PROGRAMMA

Le copertine di Testori da Albe Steiner a John Alcorn

Le copertine di Testori da Albe Steiner a John Alcorn

3-22 settembre 2013
Biblioteca Centrale – Palazzo Sormani
Corso di Porta Vittoria 6
LE COPERTINE DI TESTORI, DA ALBE STEINER A JOHN ALCORN
Dai Segreti di Milano con grafica di Albe Steiner sino al progetto di John Alcorn per la Trilogia degli Scarozzanti: Testori è stato uno scrittore che “parlava” attraverso le copertine dei suoi libri di narrativa o poesia, grazie alla scelta delle immagini e al dialogo con chi le disegnava. Straordinarie anche le scelte grafiche e iconografiche con cui ha saputo rinnovare anche l’immagine dell’editoria d’arte, sia antica che contemporanea.

————————

MOMENTO SPECIALE
7 ottobre 2013
Castello Sforzesco
GIOVANNI TESTORI, RELIQUIAE FUGIENTES: LEONARDO AL CASTELLO
Massimo Populizio legge alcune famose pagine di Testori, scritte nel 1982, e dedicate a Leonardo e Milano. Testori si figura lo spettro di Leonardo aggirarsi nel nostro tempo tra gli spalti del Castello e da lì apre una riflessione profonda, oltre che sul destino dell’arte anche su quello della città e le sue stagioni. In collaborazione con il Piccolo Teatro e con l’interpretazione di Massimo Popolizio; a cura di Giuseppina Carutti.

————————

8-20 ottobre 2013
Biblioteca Chiesa Rossa
Via San Domenico Savio 3 (zona 5)
LA MIA AMICA FRANCA
Il sodalizio tra Giovanni Testori e Franca Valeri raccontato per immagini: da quelle dello spettacolo La Maria Brasca andato in scena al Piccolo Teatro nel 1960, a quelle di uno stupendo servizio fotografico realizzato nel febbraio di quell’anno in una cascina della periferia di Milano.

8 ottobre, ore 18,30
Incontro con Laura Peja, autrice del libro su “La Maria Brasca” e Arianna Scommegna.

————————

23 ottobre – 6 novembre 2013
Biblioteca Valvassori Peroni
Via Valvassori Peroni 56 (zona 3)
L’EPOPEA DI ROCCO E I SUOI FRATELLI
Una mostra dedicata al celebre film che Luchino Visconti trasse dai racconti del Ponte della Ghisolfa di Testori. Alcune scene del film vennero girate proprio a Lambrate. La mostra presenta foto di scena, documenti, mappe dei luoghi in cui il film venne girato.

23 ottobre ore 18.30
Incontro con Mauro Giori, studioso di Visconti, autore del libro su “Rocco e i suoi fratelli”. Presentazione del video documentario realizzato da alcuni utenti della biblioteca nel cortile dove venne girata la scena iniziale del film.

————————

5-16 novembre 2013
Biblioteca Baggio
Via Pistoia 10 (zona 7)
GIOVANNI TESTORI E FRANCO PARENTI, DUE GRANDI SCAROZZANTI
Una mostra che racconta il grande sodalizio tra lo scrittore e l’attore che ha segnato la storia del teatro milanese agli inizi degli anni Settanta e che portò alla nascita del salone Pier Lombardo, oggi Teatro Franco Parenti. In collaborazione con il Teatro Franco Parenti.

5 novembre ore 20.30
Incontro con André Ruth Shammah e Riccardo Bonacina. Proiezione di Ambleto

————————

16-30 novembre 2013
Biblioteca Dergano
Via Baldinucci 76 (zona 9)
BOVISA BACK IN THE 60’S
È il quartiere Testori che amava di più, in cui nei primi anni 60 ha ambientato molti dei suoi racconti e che torna sempre nelle sue riflessioni sul destino di Milano. La mostra racconta la Bovisa degli anni di Testori, attraverso fotografie, manifesti, testimonianze.

16 novembre ore 18.30
Incontro con Giulio Barazzetta e Stefano Boeri. È stato invitato Ermanno Olmi.

————————

5-20 dicembre 2013
Biblioteca Zara
Viale Zara 100 (zona 2)
TESTORI E IL GRAN TEATRO MONTANO
Negli anni 60 Giovanni Testori si dedicò allo studio e alla valorizzazione di uno dei più straordinari monumenti dell’arte religiosa e popolare d’Italia: il Sacro Monte di Varallo. La mostra ricostruisce le tappe di questa appassionante riscoperta.

5 dicembre ore 18.00
Incontro con Giovanni Agosti.

————————

13-25 gennaio 2014
Biblioteca Affori
Viale Affori 21 (zona 9)
PASSIONE ALLA STAZIONE CENTRALE
Il 13 dicembre 1988 alla stazione milanese andò in scena In Exitu, con Franco Branciaroli, e Giovanni Testori stesso in scena. Fu una rappresentazione unica ed eccezionale, testimoniata dal fotografo Valerio Soffientini. La mostra presenta quelle immagini, e il tormentato copione da cui nacque lo spettacolo. In collaborazione con Compagnia degli Incamminati.

18 gennaio ore 16.30
Incontro con Franco Branciaroli e Mino Bertoldo

———————–

21-31 gennaio 2014
Biblioteca Quarto Oggiaro
Via Otranto – angolo Via Carbonia 7 (zona 8)
LO SCRITTORE PENDOLARE
Giovanni Testori ha abitato tutta la sua vita a Novate Milanese. Non avendo la patente era un regolare utente delle Ferrovie Nord. La mostra ricostruisce attraverso fotografie, testi, e testimonianze, la quotidianità e gli incontri dello scrittore “pendolare”.

21 gennaio ore 20.45
Incontro con Gianni Biondillo e Ambrogio Borsani.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Odd Nerdrum, la bellezza della malinconia – Quotazioni gratis e opere

Tano Festa – Quotazioni gratis. Storia e opere

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp