Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Tracce di Dna sulla cornice, quante speranze di risolvere il caso Klimt?

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:



klimt

I progressi compiuti nel rilevamento di minime quantità di Dna hanno portato alla riapertura del caso di “Ritratto di signora”, l’opera di Klimt relizzata tra il 1916 e il 1917- secondo un meno noto registro espressionista –  che fu trafugata 17 anni fa dalla Galleria Ricci Oddi di Piacenza. Oggi vengono ritenuti sufficienti per la ricostruzione della carta d’identità genetica anche una piccola parte d’impronta digitale – che fu rilevata sulla cornice del quadro – o i resti dell’umidità provocata dal fiato. Il “Ritratto di signora” venne rubato il 19 febbraio del 1997, durante il trasferimento in altra sede dei dipinti, per i lavori di ristrutturazione. I ladri si disfecero della cornice per poter nascondere con maggior facilità la tela (60X55 cm). In un primo momento furono sospettati i custodi, ma l’accusa cadde. Le ricostruzioni dei fatti non permisero nemmeno di capire se il ladro fosse passato per il tetto o se fosse transitato per l’ingresso principale e se avesse usato il lucernario, esclusivamente per lanciare in un punto non evidente la cornice.
Il furto fu eseguito – a meno che non si profili il caso di un ladro o di un balordo completamente all’oscuro delle regole del collezionismo –  su commissione e l’opera venne probabilmente immessa nel circuito della grande criminalità organizzata. La tela,  infatti, non ha più alcun valore  commerciale. Nessuno potrebbe acquistarla senza essere poi gravato da pesantissime accuse. Chi acquista un Klimt è chiaro che svolga accurati accertamenti  preliminari sulla sua provenienza. E il furto era noto in tutto il mondo. Per questo è possibile ipotizzare l’inserimento dell’opera in un circuito parallelo, su piste lontane, dove tutto è costruito attorno al disvalore etico.
Ma la parziale impronta digitale apparteneva veramente al ladro? Normalmente gli spostamenti dei quadri vengono compiuti, nelle gallerie e nei musei, con i guanti.  E non è detto che le altre tracce di Dna siano da ricondurre proprio all’autore del furto. Secondo quanto si afferma in ambienti vicini a quelli investigativi, il Dna prelevato sarebbe confrontato con quello dei principali sospettati. Ma anche in questo caso bisognerà prestare la massima attenzione.
SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!