Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Trovato un tempietto cimiteriale romano che accoglieva i resti dei gladiatori morti nell’arena

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

blank

Le vestigia di un elegante tempietto che conserva i resti di gladiatori morti negli scontri armati nel vicino anfiteatro sono stati scoperti, nelle settimane scorse, nella città romana di Anavarza, in Anatolia.
Il sito è oggetto di studio, ma iscrizioni avrebbero permesso di stabilire che il luogo ospitasse i corpi o le ceneri dei combattenti. Al di là di forme possibili di pietà, l’edificio e i sacelli avrebbero costituito un formidabile strumento di propaganda che gli impresari titolari dei giochi e i politici che finanziavano i ludi esercitavano a favore di tutte le attività che si svolgevano nell’arena.

I gladiatori, peraltro, erano oggetto di sostegno popolare e i migliori ricevevano un autentico tifo sportivo.
Secondo gli studi compiuti, l’attività dei gladiatori – quasi esclusivamente schiavi – contava su rischi calcolati. Gli impresari cercavano infatti di formare combattenti di livello per alzare i contenuti dello spettacolo. La perdita di un gladiatore formato si rivelava pertanto un danno economico per l’impresa. Gli indici di mortalità di queste attività, secondo studi recenti, era pari al 20 per cento per incontro. Esisteva anche un’assistenza medica di soccorso, per curare e cercare di salvare i feriti. Anche dopo la morte, poi, lo spettacolo eroico poteva continuare con l’esibizione delle tombe di questi eroi.
Altri cimiteri di gladiatori sono stati trovati ad Efeso, a Nimes in Francia, ed a York, in Inghilterra.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!