Home / News / Truffa con la pittura. “Sono immortale, la prova è nel mio ritratto”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Truffa con la pittura. “Sono immortale, la prova è nel mio ritratto”


Un'opera autentica di Tiziano che ritrae un personaggio ombroso. Tiziano Vecellio (Pieve di Cadore, 1488/90 - Venezia, 1576) Ritratto di violinista Olio su tela, cm 99x81,8

Un’opera autentica di Tiziano che ritrae un personaggio ombroso. Tiziano Vecellio
(Pieve di Cadore, 1488/90 – Venezia, 1576)
Ritratto di violinista
Olio su tela, cm 99×81,8

 

Un ritratto che non dovrebbe esistere, un uomo all’apparenza  immortale. Ecco il resoconto di una vicenda accaduta nella Venezia del 1600 che ebbe per protagonisti l’alchimista Federico Gualdi – lo studioso che sarebbe divenuto un punto di riferimento teorico per Cagliostro – e, indirettamente, Tiziano La trasmutazione dell’oro, la ricerca dell’elisir di lunga vita sono temi circonfusi da un’aura mitica.
Argomenti di questa portata non potevano rimanere estranei alla sfera della pittura, sia per quanto riguarda la rappresentazione di soggetti dal significato ermetico, comprensibili a pochi iniziati, che per quanto concerne le truffe realizzate attraverso il supporto dell’arte. E non stiamo parlando di medaglie di piombo, inserite in un bagno alchemico e poi sostituite con identici oggetti d’oro, imbroglio nel quale caddero numerosi sovrani europei, ma di un ben più inquietante gioco con il tempo, giostrato attraverso l’uso della tela e dei pennelli.
E’ in questo modo che i fili del destino s’intrecciano, ponendo in una relazione indissolubile le figure di Federico Guardi e Tiziano. Il primo è un conosciuto alchimista attivo nella Venezia della seconda metà del XVII secolo, creduto depositario del segreto dell’eterna giovinezza; un uomo eclettico e colto, che amava circondarsi di letterati, ecclesiastici, artisti, eruditi, nonché autore della Philosophia Hermetica.
Lo stesso Consiglio della Serenissima decise di sovvenzionarne le ricerche, ma ad una condizione: per mantenere attivi i finanziamenti erano richiesti esiti concreti.

 

E poiché i risultati tardavano a giungere, l’alchimista pensò bene di tenere alto il livello di mistero attorno a sé. Un ruolo straordinario, in questo ambito, fu svolto da un ritratto dipinto in perfetto stile Tiziano. L’alchimista vi appariva come se il tempo non fosse passato e che lui – cent’anni prima con lo stesso aspetto di un uomo di quarant’anni – si fosse seduto nello studio del grande maestro per ottenere una pregiata effigie.
Gualdi era solito far transitare gli ospiti davanti a quel dipinto, fingendo un relativo disinteresse per l’opera stessa, per quanto gli invitati osservassero la tela con sguardo allibito, ora scrutando il quadro ora osservando il padrone di casa.

 

Lo stile pittorico e gli abiti indossati da Gualdi creavano un mix esplosivo: la mano sciolta e imperiosa, ma al tempo stesso sensuale del falsario, gli accordi cromatici, la capacità introspettiva portavano inequivocabilmente – come testimoniarono anche alcuni pittori passati per la casa dell’alchimista – al grande Tiziano; e gli abiti della persona ritratta, poiché la moda aveva fatto il suo corso, sembravano quelli appartenenti a una generazione ormai inesorabilmente cancellata dalla morte.

 

L’azione estraniante sulla linea del tempo – permessa dal falso ritratto tizianesco – consentiva all’alchimista di ottenere i massimi effetti di vertigine. Evidentemente, dopo aver sfruttato la vena aurifera offerta dalle persone facilmente suggestionabili, Gualdi fu costretto a levare le tende. di un mito? Non proprio. Per i sostenitori della tesi dell’eterna giovinezza, Gualdi sarebbe scomparso dalla laguna nel 1682 per poi riapparire in Germania attorno al 1716 con l’identità di August Melech Hultazob, principe d’Achem, raffigurato nelle incisioni dell’epoca vestito alla foggia di un nobile orientale. Famoso per la sua medicina universale, si produsse in una trasmutazione alchemica per il re Federico Augusto II di Polonia, incontrò Federico II re di Prussia e lo zar Pietro il Grande. Intrattenne un carteggio con Anna Ivanovna, duchessa di Curlandia e futura imperatrice di Russia. Il matrimonio con una contessa polacca gli riservò una ben triste fine: per ordine di costei, un servitore moro lo uccise, soffocandolo.

SE HAI GRADITO L’ARTICOLO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Quei quadri pornografici. Ecco le posizioni preferite a Pompei

Danza, il dinamismo universale di Gino Severini