Home / Come dipingere un paesaggio / Una veduta di Angelo Inganni (1845) e due foto di oggi: scopri le differenze
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Una veduta di Angelo Inganni (1845) e due foto di oggi: scopri le differenze

 

 

di Federico Bernardelli Curuz

 

a taglietto 1

In una posizione splendida, a poca distanza dalla Santissima, sorge la cascina con casa civile – si diceva così, un tempo, per indicare l’edificio di residenza padronale – del Taglietto. Ad essa, Angelo Inganni, che risiedeva abitualmente, tra la primavera e l’inverno, proprio nel palazzo della Santissima, sul monte Barbisone, dedicò un noto dipinto (risalente al 1845 circa) fissando le linee dell’opera, non dalla sommità del colle, come è stato ritenuto fino ad ora, ma annotando, come sua abitudine, sul blocchetto la veduta e occupando, in questo caso, un punto della strada sottostante, che conduce dal palazzo fino al paese.

Angelo Inganni non era un paesaggista. Era soprattutto un vedutista – preferiva ambiti urbani -, un ritrattista e un pittore di genere. Questa immagine del Taglietto, così avvolta da una natura irsuta, a differenza dell’ordine geometrico dei giardini di Paolo Richiedei, che appaiono in un notissimo, altro dipinto del maestro bresciano, è uno dei rari, intensi splendidi paesaggi di Inganni, anche se l’artista non manca di cogliere alcune macchiette, cioè personaggi visti alla distanza, di dimensioni limitate, ritenuti indispensabili dal pittore per rendere viva la rappresentazione, quasi che l’assenza umana rendesse il dipinto più povero, scenografico e scarno.

Il quadro del Taglietto, dalla sagoma arrotondata, è invece ricco di quelle suggestioni della natura dolce e sovrana che sembrano piuttosto distanti dall’interesse del pittore, il quale preferiva, anche nell’ambito del verde naturale, i giardini ben curati agli spazi liberi. Abbiamo, in un gioco del tipo «Trova le differenze», accostato il quadro di Inganni a una fotografia scattata nei giorni scorsi, da un punto di vista contiguo, poiché oggi gli alberi impediscono di operare dalla stessa, sovrapponibile angolatura. Qui è possibile rendersi conto della sintesi operata dagli artisti, che mutano dimensioni e collocazioni reali di monti o vette, per rendere una visione soggettiva particolarmente intensa.

L’occhio del pittore non si ferma solo ad un clic. Le immagini accostate permettono di evidenziare l’importanza «architettonica» dei due cipressi – scomparsi, e piantati da Comune di Gussago all’inizio di aprile 2016, come vediamo nella terza foto, opera di Giampietro Pintossi – che avevano la funzione ottica di rendere l’edificio più slanciato. Da notare sono pure i lavori svolti successivamente alla stesura del quadro, con l’innalzamento di un edificio di servizio, contro la bella parete ovest, e con la chiusura del piazzale della massicciata con un’altra costruzione rurale.

Indagini di storia dell’arte nel passato della Santissima

In corso di studio sono gli appartamenti della Santissima in cui vissero Angelo Inganni e Amanzia Guerillot, di cui il pittore fu prima tutore, poi insegnante e collega, infine amante e marito. In questi giorni è in corso, anche con l’uso dei dipinti del maestro, ambientati nella casa, una ricostruzione ideale dei locali e delle loro funzioni. Dal salone delle feste alla cucina – in cui ambientò almeno due quadri – dalla camera da letto allo studio pittorico, alle cui pareti sono ancora infissi vecchi chiodi ottocenteschi. Storicizzare la Santissima, infatti, non significa soltanto valorizzarne il nucleo quattrocentesco, evidenziando la chiesa domenicana, ma riportare alla luce le tracce della vita qui condotta dai due pittori.

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Speleologia dei significati: esplora con noi i cunicoli più profondi della Vergine delle Rocce

Capire Magritte in 2 minuti: un mondo nuovo sospeso tra sogno e realta’

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp