Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Victor Vasarely quotazioni gratis

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Gratis quotazioni di Victor Vasarely, prezzi, costi, valore, aste, stime, valutazioni, risultati d’asta gratis.
PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

blank
Artista prolifico, ma anche raffinato e lucido teorico, Victor Vasarely è stato protagonista di una lunga e intrigante vicenda umana e culturale, pienamente documentata da un’immensa serie di opere e scritti. L’intero ciclo del suo percorso creativo è infatti accompagnato da centinaia di appunti e riflessioni che riguardano non solo la personale ricerca, ma pure l’arte del suo tempo, la filosofia, la sociologia.

Del resto l’attività di Vasarely, in risposta ad una progettualità chiara, lineare e precisa, si è evoluta su piani infiniti che vanno dall’editoria all’architettura, dalla produzione filmica alla fotografia, dalla grafica all’organizzazione di spazi espositivi e museali, dal design alle arti applicate, alla produzione industriale. Nato a Pécs, in Ungheria, nel 1906, Vasarely, con poetica e impianto filosofico costantemente in equilibrio tra utopia sociale e sperimentazione matematica, passando attraverso differenti momenti espressivi, è diventato una figura-chiave nel vasto ambito dell’Arte cinetica e dell’Op-Art, mettendo a punto un linguaggio tipicamente astratto, saldamente ancorato alla scienza, intesa come geometria pura, e che dunque nulla concede ad ogni proiezione lirica fantastica. Figlio del Bauhaus – la notissima scuola tedesca che operò dal 1919 al 1933, fautrice del modernismo in architettura -, ma anche della Relatività e della Teoria dell’Incertezza, l’artista ha votato l’intera carriera al superamento dei limiti fisici della tela, introducendo nella pittura, nelle sue composizioni dalla precisa impaginazione costruttiva, la dimensione del movimento, ovvero una tensione dinamica ottenuta dosando una tecnica impeccabile e l’applicazione delle teorie della Gestalt, che si è espressa con una tridimensionalità tanto irreale e illusoria – negli effetti – quanto concreta e tangibile.
Sebbene coerente e omogeneo, il lavoro di Vasarely ha attraversato diverse fasi di ricerca, senza mai venir meno a ad un programma utopico, secondo il quale l’Io era messo al servizio di una società proiettata verso un futuro di fratellanza ed armonia, in cui ognuno avesse un ruolo nel raggiungimento di un fine di pace e solidarietà. “L’artista – diceva Vasarely – non ha che una scelta giusta: annullarsi come persona in favore della sua opera e offrirla con amore all’umanità astratta”. Un pensiero sistematico e razionale si colloca quindi alla base di tutta l’attività vasareliana, in cui la costruzione di un’arte eticamente corretta, attraverso il virtuosismo di una tecnica perfetta, non risulta distinta dalla moralità della vita e dal conseguente rigore. Dopo il periodo della formazione avvenuta a Budapest, dove frequenta la scuola Mühely fondata da Alexandre Bortnyk, dichiaratamente ispirata ai dettami razionalisti del Bauhaus, nel 1930 Vasarely si trasferisce a Parigi. Nell’ambiente effervescente della Ville lumiére, egli ha un iniziale trasporto nei confronti del Surrealismo, e la sua opera si frammenta in quegli anni in una sorta di commistione pittorica tra definizione geometrica dello spazio ed elementi figurativi disegnati fino al parossismo della perfezione. Ma questi tentativi di elaborazione tra Cubismo e Surrealismo saranno in seguito rinnegati dal pittore, che vi si riferirà in modo dispregiativo definendoli “fasses routes”, ovvero “falsi percorsi”.
blank
Presto l’artista ungherese giunge ad individuare la sua strada nell’utilizzo formale delle strutture geometriche: si assiste così, negli ultimi anni Quaranta, all’effettiva rinuncia d’ogni lacerto che inclini al figurativo. Non mancano tuttavia nella poetica di questo periodo le influenze, soprattutto paesaggistiche e spaziali, dei luoghi da cui egli è circondato. Passando ad una sempre nuova e più consapevole percezione dello spazio, Vasarely inizia a mettere a fuoco l’urgenza di superare i limiti fisici della tela, creando una visione capace di coinvolgere lo spettatore in prima persona nella definizione del rapporto tra ciò che è rappresentato e ciò che viene percepito. Incomincia uno sforzo di grande rielaborazione prospettica, in cui tutto si disarticola, nel quale si confondono i limiti tra prospettiva e assonometria: prendono forma, allora, rigorose astrazioni con linee rette e ondulate, prima utilizzando soltanto il contrasto tra bianco e nero, in un secondo momento affidando un ruolo sempre più importante al colore. Nel 1955 Vasarely organizza a Parigi una mostra dal titolo Le mouvement: evento che sigla ufficialmente la nascita del Cinetismo. Per l’occasione pubblica il Manifeste jaune in cui formula, con la consueta lucida puntualità, i principi delle sue posizioni artistiche e politiche. Abbracciando le teorie in voga nella sinistra francese – e in particolare quelle sartriane -, scrive di un’arte che non può assolutamente esimersi dal rendere un contributo sociale al miglioramento delle condizioni di tutte le classi. E’ l’inizio per lui di una grande notorietà a livello internazionale.


Contemporaneamente, con la riscoperta della purezza della forma, prende corpo quella tensione a semplificare al massimo le proprie idee e le proprie opere confluita nei lavori intitolati Omaggio a Malevich, a cui si dedica fino al 1958. Qui si assiste al passo definitivo verso l’astrazione pura, dove si perde ogni rimando al mondo reale, all’architettura, al paesaggio. Negli anni immediatamente successivi, Vasarely mette a punto un vero e proprio “alfabeto plastico” composto da forme e tonalità, che, inserendosi in un concetto di arte plurale e democratica, spinto all’eccesso, gli permette di realizzare un numero infinito di dipinti usando un unico codice. In questo modo Vasarely sostituisce il concetto di unicità dell’opera, ormai giudicato inattuale, con quello della dinamicità, in grado di rendere ogni quadro diverso dagli altri e costituire il tocco personale dell’artista, che l’uso della macchina riproduttrice inevitabilmente cancella. Nel 1960 è tra i fondatori del Groupe de Recherche d’Art Visuel. Intorno alla metà degli anni Sessanta, con la partecipazione alle importanti mostre di Op-Art al MoMA di New York e a Parigi e con la conquista del Premio Guggenheim, si assiste alla sua definitiva consacrazione nel panorama dell’arte internazionale. Ricorre sempre, nel suo lavoro, il bisogno di associare il messaggio puramente estetico a quello filosofico: la realtà, trasposta in opere astratte e aniconiche, conserva un forte legame emotivo con la sua produzione, specie quando, negli anni dello sbarco sulla Luna, giunge ad elaborare una visione poetica e romantica del cosmo, una rappresentazione dell’universo attraverso una singolare convergenza tra misticismo, temi religiosi e matematica e geometria, nel quale il dialogo tra lo spettatore e la superficie dell’opera non è più ottico/cinetico, ma – appunto – emozionale. La sua ricerca si completa così negli anni Settanta, quando aggiunge tridimensionalità alle tele mediante quei “volumi inesistenti” che diventeranno la cifra della sua pittura. Cilindri, coni, cubi distorti e allungati, capaci di suggestionare, ingannando la retina. I dipinti di Vasarely paiono ragnatele fatte di triangoli e quadrati, linee e volumi che catturano l’osservatore, intrappolandolo in una dimensione inesistente e illusoria, che si dilata e si contrae. Una caleidoscopica deformazione della superficie ottenuta attraverso una creatività unica, ordinata dal preciso calcolo matematico, che sembra pulsare, che spinge l’osservatore ad oltrepassare la dimensione della percezione verso un universo ottico in continuo movimento.
NEL VIDEO UN VIAGGIO TRA LE OPERE DI

GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI CON
FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.


www.sothebys.com/en/search-results.html?keyword=Victor+Vasarely
www.christies.com/LotFinder/SearchResults.aspx?action=search&searchFrom=header&lid=1&entry=%22Victor%20Vasarely%22

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo a cura della redazione di Stile arte

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti.

Vuoi rimanere aggiornato su offerte, occasioni, gadget a prezzi stracciati? Moda, arte, tecnologia sono la tua passione? Segui il nostro canale Telegram. Stile arte seleziona per te i prezzi del momento. Buoni, sconti e opportunità da cogliere al volo. L'iscrizione è semplice e grautita, Clicca qui per iscriverti al canale: https://t.me/stilearte Sei poco pratico di Telegram e vuoi capire di cosa si tratta? Leggi questo nostro approfondimento -> https://www.stilearte.it/?p=279033

Colori a olio: ecco le recensioni:

MAIMERIblank: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeriblank
 
blank
Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)
   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talensblank

blank
Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui
E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.
blank
Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui
  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrarioblank  
blank
CASSETTA IN LEGNO DI FAGGIO MISURE 30X40 COLORI OLIO VAN DYCK FERRARIO
  OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Hollandblank
blank
Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio
WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburgblank
blank
Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione
WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTONblank
blank
Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.