Le ultime

van gogh

La fotografia insidiò la pittura? Per Van Gogh e i grandi fu un colloquio costruttivo

Vincent Van Gogh, come altri pittori dell'epoca, fece uso, in alcuni casi, della fotografia per il proprio lavoro. La diffusione della riproduzione ottico-chimica della realtà aveva certamente cambiato anche la pittura e la sua avanzata inesorabile, inizialmente, fu un evento traumatico per il mondo dell'arte, che dovette prendere atto delle nuove acquisizioni tecnologiche per intraprendere strade nuove nel campo della rappresentazione. L'atto artistico non doveva più colmare le lacune lasciate dalla mancanza di immagini oggettive. Poichè l'oggettività, pur fredda, nel rilievo del reale era affidato alla macchina fotografica

Leggi Articolo »
PENE

Eugene Lepoittevin disegnò nell’Ottocento ciò che le signore non dicono

E fu per la sua riconosciuta abilità, in questo genere, che nel 1849 ricevette ufficialmente il riconoscimento di "pittore di marine", che era in grado di aprire un mercato notevole, poichè questi dipinti, in quell'epoca erano particolarmente ricercati. Accanto all'attività maggiore, l'artista, si divertì a produrre disegni e incisioni di Diableries -. diavolerie - con un registro comico grottesco, spesso legato alla sessualità.

Leggi Articolo »
industrial vintage_c#2CB063

Rae Martini – L’uomo che firmava i treni

La forza di un’espressione illegale, la contemplazione dei convogli che schizzavano portando l’opera in giro per l’Italia. “Il writing è la migliore cosa che mi sia capitata - dice Rae Martini -. Amo questa cultura più di quanto sia mai riuscito ad amare una donna o me stesso”. L’artista si racconta, dai primi lavori alla consacrazione

Leggi Articolo »
rebecca horn 1

Rebecca Horn quotazioni gratis e intervista

L’esperienza leggendaria delle Body Extensions, analisi poetica e spietata della vulnerabilità del corpo e del desiderio di accrescerne le capacità sensoriali. Poi, le tappe innumerevoli di un cammino di ricerca a trecentosessanta gradi: dal cinema alla musica, dal teatro alla poesia. Ma sempre rifiutando comode etichette. Rebecca Horn si racconta in un’intervista a Stile

Leggi Articolo »