Le ultime

a bosch

Il Giardino delle Delizie di Bosch riletto in 4 K con nuovi vizi

Un video in 4 k del Giardino delle delizie di Bosch, che qui presentiamo, è stato realizzato dallo Studio olandese Smack formato Ton Meijdam, Thom Snels e Béla Zsigmond. Il gruppo ha presentato l'opera al museo di Breda. L'opera, intitolata Paradise, è stata commissionata agli artisti designer dal museo della città olandese di Breda

Leggi Articolo »
a cammeo

Il cammeo erotico dei Romani. Suona, mio amore. Suonano i tuoi fianchi e civettuola la cavigliera tintinna

Esistono, nella rappresentazione plastica, poche scene forti e intense come quella che emerge da una coppa per libagioni del I secolo. E' un frammento. Vetro viola e concrezione vitrea mista a terra chiara lavorata e incisa, a livello di cammeo, così da conferire al frame erotico il massimo realismo. Il caricamento muscolare del maschio è perfetto, quanto meravigliosmente ricettiva è la parte posteriore della giovane donna. Il maschio non le usa violenza. Esercita una potenza rispettosa, alla quale il corpo femminile, in parte perduto, reagisce con analogo sentire. Certo, un capolavoro rimasto a livello di frammento

Leggi Articolo »
a nudo

Waldeck, il pornografo filo-Romano che visse fino a 109 anni. Le opere, il video

Jean-Frédéric Maximilien Waldeck (Praga, 1766 - Parigi,1875) fu un cartografo, artista ed esploratore francese noto per la qualità dell'opera e per la straordinaria longevità. Visse infatti per 109 anni. E 'il primo artista europeo ad aver disegnato i monumenti della cultura Maya ed è stato anche un disegnatore di tavole lussuriose, improntate all'archeologia e al recupero di Giulio Romano e di Marcantonio Raimondi.

Leggi Articolo »
La tomba di Lucio Dalla. nella parte storica della Certosa di Bologna. La silhouette, tratta da una fotografia scattata alle Tremiti, fu usata dal cantautore per la copertina dell'album "DallAmericaCaruso". La scultura è opera di Antonello Paladino

Tra le sculture della Certosa di Bologna, partendo dalla tomba di Lucio Dalla

L'opera di Antonello Paladino dedicata al cantatautore è una lastra bronzea a terra posta su marmo, ai cui piedi si erge la sagoma stilizzata di Dalla, tratta una fotografia resa celeberrima perchè copertina dell'album "DallAmericaCaruso". Accanto alla sua tomba quella di altri grandi della musica, da Gioacchino Rossini a Farinelli, da Isabella Colbran a tanti compositori e strumentisti. Qui il collegamento alla visita virtuale

Leggi Articolo »
a watteau

Watteau, toccarsi il seno. Farsi impugnare il seno sinistro dal maschio. Che significa?

Molti non sanno che passeggiare con il braccio di lui sulla spalla, che scende fino al seno, è un postura di legame antichissima. Un legame profondo, segno di possesso matrimoniale. Persino statuette egizie mostrano la coppia in questo modo. Ne' sfugge a questa raffigurazione tutta l'iconografia medievale, con particolare riferimento alle storie bibliche. E' per questo che esibire il seno sinistro significava offrirsi forse per qualcosa di più duraturo di una più o meno rapida consumazione dell'atto sessuale. E' un segno di unione

Leggi Articolo »
a sickert 1 (2)

Walter Richard Sickert è Jack lo Squartatore? La tavolozza dell’assassino seriale

Il post-impressionista risulterebbe il principale indiziato degli omicidi di prostitute nella Londra di fine ’800. I riscontri compiuti da Patricia Cornwell portano in effetti nelle vicinanze del suo studio. Le malattie, le ossessioni, la grafomania dell’artista, le lettere dell’assassino completate da disegni. Quegli alibi debolissimi tra pittura ed incursioni notturne. Un indizio forse più importante riguarda l’analisi dei timbri postali londinesi di alcune lettere di “Jack”, spedite tra il 20 ottobre e il 20 novembre 1898. Sickert, in questo periodo, doveva essere sicuramente nella capitale, in quanto presente all’anteprima di un’esposizione di opere a pastello presso il Grosvenor Hotel. Un’ulteriore coincidenza che sembrerebbe incastrare il pittore.

Leggi Articolo »
a hetear

Heather Rooney, vi presento il mio autoritratto disegnato con le matite

Heather-Rooney ha poco più di vent'anni ed è una delle disegnatrici più amate nel mondo. Ha assecondato il pubblico, unendo a un'inequivocabile propensione naturale, lo scandaglio e l'ottima resa dei personaggi più amati del cinema e dello sport americani, diventando un punto di riferimento. "Dopo il primo ritratto disegnato nella mia classe del liceo artistico, mi si sono affezionata alla sfida del disegno fotorealistico e iperrealista per la meticolosa attenzione al dettaglio che richiede. L'impegno elevato mi ha indotto a continuare la mia ricerca tecnica e a migliorare gli esiti delle opere"."Al college - prosegue la disegnatrice - ho trascorso la maggior parte del mio tempo libero disegnando ritratti con la matita colorata. Essendo divenuta poi grande nell'era dei social media in crescita, ho deciso di condividere i miei lavori. Oggi i miei video superano 1 milione di visualizzazioni e ho 1 milione di abbonati".

Leggi Articolo »