Home / 2017 / aprile / 11

Archivi giornalieri: 11 aprile 2017

Gillo Dorfles compie domani 107 anni. Storia di un uomo prodigioso. Le opere

Lo stesso artista ammette di non mirare fin d’allora a qualcosa di preciso, ma di interessarsi a simboli preesistenti, come la croce, la luna, il sole, forme archetipe particolarmente suggestive cui fa ricorso in modo del tutto occasionale. Da subito la sua pittura – definita “organica” e “vagamente surreale” – risulta slegata da qualsiasi schematismo geometrico e dalle regole precostituite di uno sterile astrattismo

Leggi Articolo »

Body painting. Hannah Ferguson, il body è solo un tromp-l’oeil perfetto. Guarda il video nell’articolo

La pittura decorativa sul corpo - body painting - diviene spesso tromp-l'oeil per truccatori che divengono sempre più veri artisti. E' il caso dell'intervento su Hannah Ferguson (1992), modella americana nel campo della moda. Dopo essere intervenuti sulla trama del body, ma a corpo nudo, i decoratori hanno proceduto alla ricostruzione dell'abito succinto. Tra le più belle donne del mondo, Hannah si è prestata a diversi servizi fotografi dopo azioni di body painting, che hanno eliminato ogni imbarazzo davanti alla fotocamera. La storia di Hannah? I suoi genitori si sono incontrati durante il servizio nel Corpo dei Marines degli Stati Uniti. Dopo il diploma di scuola superiore, ha vinto il Search Kim Dawson e si è trasferita a Dallas per iniziare la sua carriera. Quindi, dopo sei mesi, a New York

Leggi Articolo »

Il bacio di Munch. Opere erotiche del maestro norvegese. Il piacere alla finestra. Donne vampire

Una posizione spesso ripetuta. Non pose sconvolgenti, come quelle di Klimt, ottimo pornografo. Tutto si ferma prima. Ma è travolgente. E' l'inizio dell'arsione. Uomo. Donna. E Una finestra. Più grande, più piccola. Quella finestra oltre la quale c'è il mondo. E il bacio, rubato alla visione di tutti, dietro le tende, in un punto isiolato, nel quale il tempo accende la propria vampa, ma tutto sembra eterno. Munch è un ibseniano. E, per capirlo meglio, siccome egli discende dai pensatori schopenaeuriani, somiglia per tanti aspetti al nostro Leopardi, nonostante egli operi quasi un secolo dopo. L'amore è il pensiero dominante, ma solo perchè è necessario alla specie. E' una volontà della natura. E tutto è un possente errore. Grande realista - nel doloroso linguaggio espressionista - o supremo nichilista? Munch è certo devastato dal nulla. E anche quando gli si prospetta qualche legame sentimentale importante rifiuta di avere relazioni più stabili poichè ritiene che la pittura richieda una solitudine sacerdotale

Leggi Articolo »