Archivi giornalieri: 16 settembre 2017

Eros, dolore, piacere e coscienza nei quadri iperrealisti di Saturno Buttò. Le altre opere

A disegno finito stendo il fondo, una prima stesura ad olio (piuttosto diluito) che ricrea il tono cromatico della scena evidenziando le zone chiare e scure. La terza fase è la stesura del colore definitivo, che applico a corpo e per velature successive a seconda di quanto si vuole indugiare sul dipinto. Una volta terminato uso della vernice da ritocco per uniformare le varie opacità e imperfezioni tipiche dell’olio”.

Leggi Articolo »

Max Pezzali, Nek e Renga in concerto. Prenotazioni a ruba. Acquista da qui i biglietti

Non rimanere senza biglietto. Acquistali in anticipo. I concerti si terranno a Casalecchio di Reno (Bo) - Unipol Arena -, a Brescia - Brixia Forum -. a Genova - RDS Stadium -, a Torino - Pala Alpi Tour -, a Pesaro - Adriatic Arena -, a Eboli (Sa) - Pala Sele -. ad Acireale (Ct) - Pal’Art Hotel -, a Mantova - Pala Bam -, a Padova - Arena Spettacoli Padova Fiere -, a Firenze - Nelson Mandela Forum -. Entra, cliccando qui sopra, guarda date e prezzi. E se vuoi, prendi i biglietti. Tutto on line.

Leggi Articolo »

Che matite utilizzare per disegnare così. Il segreto è lì. Il video, i consigli

Matite pastello della nuova generazione, vengono normalmente vendute a pezzo singolo, affinché l'artista possa comporre, secondo i proprio accordi cromatici più utilizzati la perfetta scatola di matite. O anche solo per integrare il corredo pittorico. Un piccolo trucco per chi inizia e e che è ampiamente praticato. Per fare un ritratto molto somigliante, basta prendere una fotografia e ingrandirla con la fotocopiatrice e ricalcarne i contorni sul foglio che vogliamo utilizzare. Avremo pronto il disegno di base. E colorare sarà un grande divertimento

Leggi Articolo »

Le sbarre e il desiderio erotico proibito, nella pittura tra Settecento e Ottocento

Le sbarre hanno rappresentato, nei regimi di forte separazione tra sessi, una barriera e uno straordinario gioco per unirsi carnalmente senza varcare quella linea di ferro che demarcava la distinzione dei territori della virtù e del peccato. Sicchè attorno al mito del cancello, delle inferriate, delle finestre protette o dei cancelli si giocò, tra Settecento e Ottocento tutta una lettueratura e una pittura di piccanti congiunzioni, solo parzialmenbte impedite da un ostacolo o forse proprio rese più acute e coinvolgente, a causa dell'impedimento da annullare

Leggi Articolo »

Disegnare e colorare a matita un Martin pescatore. Il video

Nella nostra infanzia i volatili che abbiamo amato maggiormente, per i colori intensi e per le particolari tecniche utilizzate per sfamarsi, sono stati certamente - al di là dell'aquila possente o dei pappagalli loquaci - il colibrì e il Martin Pescatore. Il primo perché minuto e capace di librarsi velocissimo, restando sospeso come un elicottero, a mezz'aria, per suggere, con il suo lungo becco, il nettare dei fiori. Il secondo per le sue capacità di unire il volo all'immersione, che ottiene tuffandosi a capofitto, correggendo gli errori di rifrazione e precipitandosi su una preda acquatica che nuota. Marcello Barenghi, grande disegnatore, ci mostra la perfetta ricostruzione del secondo volatile, mettendone in luce la sontuosa livrea. L'opera è realizzata con matite - meglio sarebbe dire pastelli - di grande qualità, mentre alcune parti sono completate con i pennarelli, come potremo vedere nel bel filmato

Leggi Articolo »