Home / News / Case di bambola – Quotazioni all’asta di antichi edifici-gioco, piccole sedie, suppellettili, tavoli
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Case di bambola – Quotazioni all’asta di antichi edifici-gioco, piccole sedie, suppellettili, tavoli

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

casa del macellaio

 

 

In seguito a passaggi generazionali, dispersioni ereditarie e mostre, il mercato americano del collezionismo vive un notevole rilancio di interesse nei confronti delle antiche dollhouse, le case delle bambole, realizzate in Europa – particolarmente in Gran Bretagna – poi da laboratori di falegnameria locali. L’interesse nei confronti di queste costruzioni e delle suppellettili e degli arredi, realizzati in scala, è notevole poichè esse risultano fedele testimonianza di angoli architettonici e antropologici antichi, come fotografie lignee di un mondo sul quale è cresciuta, poi, la modernità. Dedicate naturalmente alle bambine, esse ebbero anche la funzione di creare un sostrato dell’idea di abitare e degli spazi di famiglia presso il pubblico femminile che, da sempre, ha una parte fondamentale nelle scelte legate alla dimora e al suo arredo, come luogo in cui si instaura e cresce la famiglia. Negli Stati Uniti edifici in miniatura e arredi sono stati valorizzati attraverso una mostra dedicata a quattro secoli di costruzione di giocattoli -come riferisce il New York Times – da parte dei clan familiare degli Hersey, che si specializzò nella costruzione di minuscoli mobili identici a quelli originali. L’attività della famiglia iniziò nel 1635 e si interruppe, in questo settore, nel 1945, quando il mercato fu totalmente invaso dai prodotti industriali.

“Opere della cerchia Hingham sono apparsi nelle ultime aste – scrive il giornale americano – La collezione più nota ad essere dispersa apparteneva a Flora Gill Jacobs, che morì nel 2006, all’età di 87 anni. La signora Jacobs aveva un museo delle bambole a Chevy Chase, nel Maryland. La sua famiglia ha venduto un parte dei pezzi attraverso la Noel Barrett, casa d’aste a Carversville. I prezzi? Nel mese di aprile variavano da poche centinaia di dollari ciascuno per padiglioni-zoo a 21 mila dollari per un edificio in miniatura, a tre piani, inglese, in stile Regency, con un montavivande di latta. Le offerte arrivavano da luoghi inaspettati. “Un sacco di materiali di origine inglese ha preso la via del Giappone’ ha detto il direttore della casa d’aste’ “.

Il 23 luglio Leslie Hindman Auctioneers a Chicago ha venduto miniature di collezioni che comprendevano rarità come un piatto pasquale smaltato e un calice ($ 150) e una cintura di castità di circa due pollici di larghezza con un tasto minuscolo ($ 813). Minuscole poltrone di legno marrone e comodini con le stesse proporzioni sono stati venduti per centinaia di dollari al pezzo.

 

LE QUOTAZIONI E GLI ESITI D’ASTA, SEMPRE AGGIORNATI, DELLE CASE DI BAMBOLE E DI ANTICHI ARREDI GIOCATTOLI

http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=search&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=dolly%20house

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista