Home / Arte Eros

Arte Eros

Un’antologia di pittura erotica, scultura erotica, foto di nudo artistico, disegni con tema sessuale dagli albori della civiltà, fino al contemporaneo. Alla fine di questa pagina troverai dei numeri che ti permetteranno di proseguire a sfogliare la raccolta. Letto un saggio, se vuoi, torna indietro con la freccia in alto a sinistra, sul tuo computer, e leggine un altro. La raccolta si accresce quotidianamente di nuovi apporti e pertanto si configura come una sorta di app gratuita dedicata alla pittura erotica, all’arte erotica, ai disegni pornografici del Cinquecento, Seicento, Settecento, Ottocento e dei nostri giorni. La rubrica è offerta dal quotidiano on line Stile arte, all’interno di numerosi altri studi dedicati alla cultura visiva Gira agli amici questo indirizzo. E se c’è qualcosa che ti piace, taggalo sulla tua bacheca di facebook

Che fai, ragazza con quella mano? Il Porno-Pitocchetto e dintorni nel Settecento contadino

a pornopitocchetto

Evidentemente il ménage a trois non dovette funzionare, perché la De Angelis lasciò Ceruti e Piacenza, e il pittore si riavvicinò alla prima moglie. Dopo la morte dell’artista, Angela andò ad abitare nella parrocchia di santa Tecla, a Milano, come attesta il suo atto di morte: 17 febbraio. Angela Carrozza d’anni 80 figlia q.am Gio. Batta e moglie del fu Giacomo Ceruti ricevuti li SS.mi Sacramenti di Penitenza Eucarestia Estrema Unzione e Benedizione Papale è morta e fu sepolta in Duomo con l’accompagnamento di 6 sacerdoti”.

Leggi Articolo »

Franco Bocchi, disegni erotici di fuoco e di gioia. Le immagini

a copertina

Artista di vaglia, Franco Bocchi è anche un notevole disegnatore, dotato di una scioltezza e incisività del tratto assolutamente non comuni. E'questa naturalezza sinuosa del segno a renderlo un ottimo autore di arte erotica. Questo aspetto - che pochi conoscevano - è stato sottolineato nel corso della vasta retrospettiva tenutasi a Chiari, nel Palazzo della cultura - estate 2016 -, nel corso della quale il curatore, Maurizio Bernardelli Curuz, ha chiesto che fosse riservata una sala appositamente allestita, su questo tema e su questa tecnica di convergenza tra disegno e pittura. L'approccio giocoso, pone l'artista a compiere alcune citazioni molto spontanee, quali, ad esempio, al Boldini erotico. [caption id="attachment_54133" align="aligncenter" width="1930"]10 NINFEA Franco Bocchi, Ninfea[/caption]

Leggi Articolo »

E Dio creò le donne di Marc Lagrange. Sacro e tentazioni. Un seno ti sfiora insistentemente il braccio. Il video

a donne

Tra i maggiori fotografi di moda, Marc Lagrange (Kinshasa, Congo, 1957) lavora su set cinematografici per produrre immagini incisive, ricche di simboli e di rintocchi per la memoria. Dopo aver studiato ingegneria sceglie la professione di fotografo, con uno stile che sviluppa certe atmosfere di Helmut Newton. Nel ciclo fotografico "And then God created women" - E allora Dio creo le donne - egli sviluppa il tema novecentesco del rapporto tra sacro ed eros, tra spiritualità e carnalità, tra Es e Super Io, tra l'Io e le pulsioni per cesellare un quadro seduttivo potenziato. Nel filmato vedremo il set di quella serie e alcuni scatti fotografici a donne 1 a donne 1

Leggi Articolo »

La mattina libertina o i momenti ben impiegati (1787-1928)

1 eros mattina

La riscoperta delle ore mattutine come uno spazio da riempire, provocatoriamente, con l'amore carnale, il disimpegno da una civiltà che richiede una costante deviazione delle pulsioni, sembra sottesa, seppur il fine è evidentemente lubrico, alla Mattinata libertina o i momenti ben impiegati, un libro corsaro del Settecento (1787), riedito, nell'edizione preziosa del 1928, accostandolo alle tavole di Jean-Gilles Legendre, pseudonimo di Gaston Trilleau

Leggi Articolo »

Il pomeriggio di un fauno: 25 secondi di luminose delizie per gli uomini

a sexy

Il pensiero, a fronte di queste immagini di Katherine Fontenele, presentatrice Tv e modella brasiliana, non può che correre all'occhio che la creatura maschile, pigra e assonnata, nel Pomeriggio di un fauno, indirizza a una ninfa che gli appare nuda, tra i giochi rapidi della luce e dei riflessi marini. A noi tutti, maschi, colleghi di quel fauno. Guardare la bellezza, dopo pranzo, non è peccato. Venticinque secondi di luce. Poi al lavoro a sexy 1

Leggi Articolo »

Sorprendente. Come vengono prodotte le sculture erotiche con stampante 3D. Il video

a scultura

Sappiamo bene, pur a livello superficiale, cos'è un sistema di stampa 3d, cioè un modo per trasformare una serie di scatti fotografici in un oggetto. In questo caso piccole sculture a tutto tondo possono essere prodotte, come avviene nel filmato, grazie alle immagini ricavate da una doccia fotografica. La modella entra in questa piccola stanza in cui sono collocate 64 macchine fotografiche collegate al computer. Ogni macchina inquadra una parte del corpo. I particolari delle immagini vengono accostati dal computer che crea un'immagine tridimensionale. L'immagine 3d viene poi trasformata in una piccola scultura di materiale plastico. Come? La stampante segue le indicazioni di vuoto e pieno provenienti dal computer e, a strati, deposita materiali plastici, che poi solidificano. a scultura 1

Leggi Articolo »

Jean-Jacques Bugat: grandi ed eleganti fotografie di nudo in bianco e nero

a b

Jean-Jacques Bugat è un fotografo di moda, francese, nato nel 1938. Ha avviato la propria carriera a New York, dove ha fotografato per le edizioni Condé Nast. Tornato in Europa pochi anni dopo, ha firmato un contratto con Vogue Italia e ha lavorato con Andy Warhol. Autore di intensi ritratti, è anche considerato un grande autore di nudi artistici, per il suo stile raffinato e per il rigoroso, per quanto sempre aperto a nuove soluzioni, uso delle luci. a bu

Leggi Articolo »

Pietro Annigoni, i nudi sensuali del “pittore delle regine”

a annigoni

Fu un artista amatissimo e, al tempo stesso, per il suo classicismo e realismo - nonché per la sua attività di ritrattista dei potenti del mondo - uno dei pittori fortemente osteggiati dalle neo-avanguardie. Accanto ai modelli dei volti e dei corpi, resi sempre con un linguaggio alto e un'analisi acuta, i suoi dipinti si rivelano immediatamente, sotto il profilo cromatico per il recupero del blu e del rosso antico - o pompeiano -. Pietro Annigoni (nato il 7 giugno 1910 a Milano e morto il 28 ottobre 1988 a Firenze ) si richiamò, alle tecniche rinascimentali. La sua fama mondiale è particolarmente legata ai ritratti della regina Elisabetta II (1955) (National Portrait Gallery, Londra ), di Papa Giovanni XXIII e dello Scià di Persia. In questa galleria di nudi vedremo citazioni a Giorgione-Tiziano a Rembrandt-Boldini e a Novecento. a annigoni la-bella-italiana

Leggi Articolo »

Nudissime e divaricate: le performance in pubblico in Svizzera. Il video

a svizzera

Le performance di nudo, proprio perchè spesso trasformate in sequenze di movimenti rallentati e e meccanicamente inumani, tendono a mascherare la nudità, attraverso la stessa non scioltezza dei movimenti. Ne è ulteriore prova il lavoro svolto dagli artisti, ripresi in questo filmato, durante un libero festival tenutosi negli spazi urbani, in Svizzera a svizzera 2

Leggi Articolo »

La merda, così un brano di teatro diviene performance mitica. Il filmato

a gallerano

Una pièce e, insieme, una performance d'arte contemporanea, attorno al tema dello sfogo, della liberazione di quel misero peso del ventre - com'era definito dagli antichi - diventato simbolo di un'umanità e di una società escrementizie. Ciò che dovrebbe essere sottoprodotto della sotto-cultura, viene, nell'Occidente, innalzato a elemento vincente. E tutto viene sporcato, tutto viene toccato o maledetto attraverso all'assimilazione alle escrezioni. Silvia Gallerano è l'interprete straordinaria della pièce scritta da Cristian Ceresoli che ha avuto grande successo al Festival di Edimburgo nel 2012, vincendo il First Fringe Award. a merda

Leggi Articolo »