Home / News

News

Il trucco di Leonardo per disegnare paesaggi perfetti

a leonardo

Negli scritti artistici di Leonardo da Vinci confluiti poi nel cosiddetto Trattato sulla pittura, un paragrafo si occupa della cosiddetta lucidatura dei paesaggi, che altro non è che il rilievo minuzioso di una veduta paesistica, fissata temporaneamente su un vetro e successivamente passata al foglio attraverso un disegno. Leonardo e ogni pittore non temevano l'utilizzo di elementi tecnici estranei alla pittura per giungere alla massima finalità del pittore stesso che, soprattutto grazie ai fiamminghi e all'arte italiana del Cinquecento, puntavano alla incisività dato dato reale. Per lucidare un vetro fissando su di esso l'immagine di un paesaggio si potevano, come consiglia a Leonardo, utilizzare il lapis o il pennello, tenendo il vetro a una certa distanza corrispondente ai tre quarti della lunghezza del braccio del pittore

Leggi Articolo »

Cos’è la serigrafia, come si stampa e perchè fu usata da Warhol. Il video

a serigrafia

Andy Warhol ha dato la massima notorietà alla serigrafia, tecnica di realizzazione di stampe, che aveva avuto un grande sviluppo in Oriente e che si era diffusa negli Stati Uniti d’America all’inizio del XX secolo. Successivamente, diventò uno dei massimi mezzi espressivi utilizzati nell’ambito della pop art. Il sostantivo serigrafia si riferisce chiaramente, a una scrittura (grafia) attraverso la seta (seri). E così risulta pienamente. Per ottenere le serigrafie si utilizza una stoffa a trama molto fitta, simile alla seta. L’artista, un tempo, stendeva un materiale isolante sulla tela. E toglieva con uno stilo il materiale stesso nei punti in cui voleva creare il disegno. Si otteneva così una parte impermeabile e un’altra permeabile

Leggi Articolo »

Gioiosa Azure, il mare, il tuo corpo, la pura felicità di un luogo originario

a azure

Gioiosa Azure. Il mare, il tuo corpo, un luogo originario. Piccoli passi sulla spiaggia. Danza infantile. Eppure quanta luce dischiude questa semplice video. Non arte. Un luogo di partenza. Una sabbia chiara. Il vento che passa e l'onda che si svolge. È un piccolo luogo della gioia quello che offriamo attraverso questo video. Un luogo della mente e del corpo. Un punto di congiunzione tra queste due entità

Leggi Articolo »

Il bacio nell’arte – La storia, la carrellata video

a bacio

“Le due figure seguono le due bocche che si inchiodano e si spremono nel bacio irresistibile. La donna grava sulle proprie labbra per renderle più aderenti e pesanti su quelle dell’uomo. Questo inginocchiato davanti a lei, si estolle verso quelle labbra, sul petto sollevato, per respirare tutto l’alito, e rovescia il corpo indietro appoggiandolo sulle spalle per resistere all’aggressione della bocca amata, per opporle un’equale violenza, E ambedue si stringono contro il cuore tiepido viluppo delle loro mani intrecciate. I due corpi formano una cosa sola, vibrante, confusa nel mistero dell’ombra. Il profilo del loro spasimo e della loro delizia si delinea nitidamente contro il chiaro romantico della luna che colma i dischi della vetrata e illumina sotto l’ombra voluttuosa delle palpebre chiuse il pallore delle gote trascolorite; il gesto delle due figure è improvviso e infinito” .bocca 2

Leggi Articolo »

Riccardo Magnani. Ecco le tracce di Gentile da Fabriano a Lecco

a magnani copertina

Lo studioso ha analizzato parti di dipinti parietali della basilica di San Nicolò, riportandoli ai resti degli affreschi nel Broletto bresciano e al catalogo del grande pittore gotico, anche per quanto riguarda le ricorrenze nelle figure: "Gli stessi occhi dalle enormi iridi azzurre, le stesse posizioni e fattezze delle mani affusolate della vergine, l’uso delle prospettive esasperate della panca, come ritroviamo a Palazzo dei Trinci a Foligno, le enormi aureole e la presenza di alcuni elementi geografici che caratterizzeranno poi in maniera importante gli affreschi di pittori quali i già citati Pisanello e Benozzo Gozzoli, ma allo stesso tempo, ad esempio, Giovanni da Verona. Addirittura lo stesso volto corrucciato della Vergine nella deposizione di Cristo, osservabile alla Pinacoteca di Brera".

Leggi Articolo »

La body art in Spostamenti progressivi del piacere di Robbe-Grillet

a robbe

Onirico, inquietante, a tratti satirico. Ancorato a una tradizione dell'eros che è tutta francese e che si deve allo sviluppo novecentesco dei romanzi libertini del Settecento e agli studi di Bataille. Spostamenti progressivi del piacere (Glissements progressifs du plaisir) è un film del 1974 diretto da Alain Robbe-Grillet, che venne fatto sequestrare dalla magistratura italiana. La vicenda narrata - che è una sorta di incubo - contiene diverse citazioni di arte contemporanea tra le quali le Antropometrie, performance nelle quali alcune modelle, secondo le direttive di Yves Klein, si "intingevano" nel colore per poi stendersi su tela lasciando così un'impronta che l'artista definiva «traccia di vita". Yves Klein (Nizza, 28 aprile 1928 – Parigi, 6 giugno 1962) è stato precursore della Body art. L'esasperazione del sesso e del sogno corporeo - che rimane in realtà sospeso in una dimensione di voyeurismo - è l'oggetto del film di Alain Robbe-Grillet, che si sviluppa lungo un percorso solo all'apparenza simile a quello di un poliziesco, ma che, in realtà, procede come lo sviluppo oniroide degli slittamenti del piacere che coinvolgono ogni persona che entra in contatto con Alice, una giovane prostituta accusata di aver ucciso un'amica, nel letto

Leggi Articolo »

Carità romana – La dolce Pero e l’uomo della cella scura

a carità romana (2)

Nel IX libro degli "Atti e detti memorabili degli antichi romani" di Valerio Massimo (I secolo d.C.) storico romano, appare la fiaba di Cimone e di Perro, con la quale l'autore intende richiamare le antiche virtù del popolo romano. Cimone, secondo quanto racconta Valerio Massimo, è condannato a morte e giace in prigione, stremato, senza cibo.

Leggi Articolo »

La scultura mobile di Cambridge. Solo da un punto, che cambia, il caos diventa immagine perfetta. Il video

a caos

Breaking Wave è una scultura cinetica anamorfica creata da Plebian Design and Hypersonic  e collocata nella hall della Biogen Idec lobby di Cambridge. Le ondate di rottura dei raggruppamenti dei piccoli e leggeri globi sospesi raccontano la storia della ricerca di modelli, ed i risultati sorprendenti che arrivano, cambiando il nostro punto di vista. 804 sfere sospese si muovono in una formazione ondulata. Quando le sfere oscillano momentaneamente in una nuvola, da qualsiasi punto della stanza, questa nube è puramente caotica, ma da un punto assume una forma perfettamente leggibile. La scultura cinetica ricorda il labirinto che presiede alla ricerca della conoscenza, e, inoltre, un fiore di Fibonacci, a spirale, che allude all'ordine naturale e ai modelli che si trovano in natura.

Leggi Articolo »