Home / News / Come disegnare Elsa di Frozen. Perfettamente. Video tutorial
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Come disegnare Elsa di Frozen. Perfettamente. Video tutorial

disegno

 

Come disegnare una bellissima Frozen? Ecco i trucchi e la possibilità di disegnare, con il tutorial, la più bella del freddo reame. Grandi occhi ammiccanti e intelligenti, capelli biondi, una figura sottile e scattante.Lo stereotipo della principessa nordica c’è tutto. E’ lei Frozen, principessa del regno di ghiaccio, che una matita abilissima ci insegna a ritrarre. Partite bene. Iniziando a tracciare le linee esterne del volto, così manterrete esatte le distanze che consentono di distinguere una fisionomia dall’altra. Se volete ottenere un disegno perfetto, stampate la seconda immagine che pubblichiamo – sotto il video – e vi avvicinerete quanto più è possibile al modello, specie se affronterete il ricalco. Frozen è stata protagonista dell’omonimo film del 2013, tratto da una novella di Andersen.
Un cortometraggio d’animazione, Frozen Fever, è invece uscito il 13 marzo 2015 come una piccola aggiunta al film; la vicenda riprende dopo la rottura dell’incantesimo e dopo l’arresto di Hans. L’abilissima disegnatrice che qui vi proponiamo usa matite colorate dalla mina morbida. Se li avete, usate pertanto i cosiddetti colori delle matite acquerellabili, che sono più grasse e consentono di ottenere lo sfumato, anche senza l’uso di acqua. Nel caso non li abbiate, usate pure le matite dell’astuccio, ricordandovi però di non lavorare di punta, ma sempre di lato, evitando che sul foglio siano tracciati segni troppo netti. Lavostra mano, per ottenere una stesura uniforme del colore, deve esercitare sempre la stessa pressione sulla matita. Avere, insomma lo stesso peso. Premere più o meno, durante la stesura non rende perfetta la colorazione. E adesso, naturalmente, buon lavoro. Non scoraggiatevi al primo tentativo. Il disegno è come lo sport. E’ necessario tentare più volte. Allenarsi.

elsa

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico