Home / Notizie in breve / “Cultura in bancarella” a Termoli, spazio ai racconti, alla poesia e alla storia di San Basso e San Pardo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Termoli cultura in bancarella

“Cultura in bancarella” a Termoli, spazio ai racconti, alla poesia e alla storia di San Basso e San Pardo

Martedì 27 agosto e venerdì 30 gli appuntamenti conclusivi dell’evento

Bassomolise ancora protagonista di Cultura in bancarella a Termoli, la manifestazione itinerante ideata da Palladino Editore per promuovere la cultura, il territorio e portare il libro dai potenziali lettori piuttosto che il contrario.

Messe da parte con discreta corrispondenza di interesse le prime nove pubblicazioni, analizzate e vissute nelle prime due settimane, il programma dell’evento allestito in Piazza Vittorio Veneto offre ai termolesi la possibilità di conoscere altre sei opere edite da Palladino e firmate da altrettanti autori molisani.

Domani sera, martedì 27 agosto, dalle 22, prenderanno il microfono, di fronte all’audience sistemata nei pressi della ‘bancarella regionale della cultura’ tre brillanti interpreti del discorso editoriale ‘made in Molise’. Comincia il termolese Ruggero Ruggiero, autore di ‘Riflessi’, raccolta di otto racconti, tre dei quali realizzati in giovane età dal padre, Aldo Ruggiero, e trovati nel cassetto dei ricordi. Ruggiero parlerà della sua personalissima esperienza di figlio e di padre. Sua figlia, Fabiana, è impegnata nella missione internazionale Voica cui andrà parte del ricavato delle vendite.

Di seguito toccherà ai larinesi Marcello Pastorini e Giuseppe Mammarella, esempi illustri – figli di due generazioni diverse – di una Larino profondamente legata al proprio passato e pronta ad affrontare le sfide del futuro. Pastorini presenterà il suo ‘In uno sguardo’, appena dato alle stampe. Si tratta di una raccolta di poesie affiancate da fotografie di autori ottimamente calati nella realtà frentana. Prefazioni di Mario Moccia e Maurizio Corbo.

A chiudere la serata l’intervento dello storico e archivista Giuseppe Mammarella che proietterà sulla scena di Via Vittorio Veneto la traiettoria non del tutto nota segnata da ‘San Basso’ e ‘San Pardo’, patroni rispettivamente di Termoli e Larino, esaminati sul piano storico tra fonti documentarie e altre informazioni sul culto dei santi raccolte nei secoli. Di particolare interesse, vista la penuria di fonti ufficiali, la biografia del patrono di Termoli. Gli appassionati di storia e agiografia, soprattutto i termolesi, non possono mancare all’appuntamento.

Infine l’ultima serata di Cultura in bancarella. Venerdì 30 agosto parola a Vincenzo Lombardi e al suo “Le bande musicali dell’800” e a Vittorio Mancini, autore di ‘Forte e Gentile: la tradizione dell’acciaio traforato a Campobasso’. In caso di pioggia gli incontri saranno rimandati alla sera successiva.

x

Ti potrebbe interessare

HAYEZ SEX COPERTINA

Francesco Hayez – Disegni erotici e torride confessioni dell’amante Carolina

almery cop

Almery Lobel-Riche: l’eros dolcissimo, travolgente e sublime che non ha tempo (1930)