Home / Didattica di arte e immagine / Dipingere il cielo e le nubi. Nuvole: sereno, notte, temporale. I video tutorial e i consigli
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Dipingere il cielo e le nubi. Nuvole: sereno, notte, temporale. I video tutorial e i consigli


nubi

 

I migliori pittori di nubi sono stati certamente gli artisti del Romanticismo inglese, come Turner e Constable. La ricerca della verità ottica, nei loro dipinti corrispondeva pianamente con l’individuazione di un arcano soprannaturale, un elemento vivido, una causa efficiente, il motore del mondo.

E’ per questo che i loro lavori offrono fumi e vapori dall’aria eloquente. La pittura impressionista ha invece colto cumuli e nembi in una connotazione puramente fisica -che assecondava comunque la pitture dell’istante e l’idea della fugace transitorietà e irripetibilità del tempo –  ed hanno considerato le nuvole e i fumi, come elementi di assorbenza e diffusione della luce, sempre secondo le regole della pittura tonale.(cerca nel nostro archivio) e come fenomeni istantanei. Per realizzare un buon cielo di matrice realistica è necessario digradare da blu più cupo – alla sommità della tela- all’azzurro e al celeste, fino a giungere, in prossimità della linea dell’orizzonte ad un bianco-rosa azzurro che dovrebbe rendere la minor “densità” dell’aria e accentuare il fenomeno di percezione della trasparenza. A quel punto è possibile produrre vapori e nubi, che si intridono dei colori di base del cielo.

 

dipingere il cielo e le nubi

 

 

 

 

 

 

nubi di giorno

nubi sul mare

 

FREE. ECCO IL NOSTRO CORSO GRATUITO DI PITTURA ON LINE.  TUTTI I SEGRETI DEL MESTIERE, LE TECNICHE, LE IDEE PER IMPARARE, PERFEZIONARSI, APPRENDERE DAI GRANDI MAESTRI DELLA STORIA DELL’ARTE. UN VIAGGIO UNICO E SENZA ALCUN COSTO. CLICCA SUL LINK BLU, QUI SOTTO

www.stilearte.it/category/corso-di-pittura-on-line-gratis/

 

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico