Home / News / Donata al Diocesano Natività in terracotta del Seicento
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Donata al Diocesano Natività in terracotta del Seicento

Nativita3Da martedì 10 dicembre 2013, il Museo Diocesano di Milano si arricchisce di una nuova opera, che sarà esposta in permanenza all’interno del suo percorso.

Si tratta di una Natività con angeli, un altorilievo in terracotta del XVII secolo, di Scuola dell’Italia settentrionale, recentemente donato al Museo.

L’opera è stata sottoposta a un accurato intervento di restauro, effettuato proprio per l’occasione, che ne ha restituito la sua policromia originaria.
Il rilievo rivela rispondenze formali con la cultura figurativa dell’Italia settentrionale, in particolare emiliana, come evidente nel dinamismo compositivo, nella costruzione della scena per ampie curve, nella flessuosità delle figure e nel morbido plasticismo degli angeli festosi e del Bambino.

natività2Lunedì 9 dicembre, la basilica di Sant’Eustorgio ospiterà il concerto di raccolta fondi per finanziare le attività del Museo. Al termine dell’esibizione de I solisti di Pavia, offerta dal Museo a tutti i suoi Sostenitori, gli spettatori potranno visitare in anteprima la Natività, accompagnati da Paolo Biscottini, direttore del Museo.

natività1

NUOVE ACQUISIZIONI: NATIVITÀ CON ANGELI
Museo Diocesano di Milano (Milano, c.so Porta Ticinese 95)

Orari di apertura del Museo: martedì-domenica, 10.00-18.00 (la biglietteria chiude alle ore 17.30)
Chiuso lunedì

Ingresso: intero: € 8.00; ridotto: € 5.00; scolaresche: € 2.00; Gruppi: (minimo 15 – massimo 25 persone) € 6.00
martedì: € 4.00

Per informazioni:
tel. 02.89420019; info.biglietteria@museodiocesano.it
www.museodiocesano.it

Ufficio stampa
CLP Relazioni Pubbliche
Anna Defrancesco, tel. 02 36 755 700 – anna.defrancesco@clponline.it

SE HAI GRADITO STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

 

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico