Home / News / Entra nella torre delle favole con “I vestiti nuovi dell’imperatore”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

torre avogadro

Entra nella torre delle favole con “I vestiti nuovi dell’imperatore”

TORRE AVOGADRO
Lumezzane (Brescia).

LA TORRE DELLE FAVOLE XI EDIZIONE
Con “I vestiti nuovi dell’imperatore” torna anche quest’anno La Torre delle Favole ideata da Sonia Mangoni e Laura Staffoni e giunta all’undicesima edizione.

DAL 30 NOVEMBRE 2013 AL 9 MARZO 2014
L’inaugurazione avrà luogo sabato 30 novembre 2013 alle ore 16 in Torre Avogadro – alla presenza del sindaco Silverio Vivenzi e dell’assessore alla cultura Lucio Facchinetti – e rimarrà aperta fino al 9 marzo 2014.
La manifestazione è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane con il sostegno di Fondazione della Comunità Bresciana Onlus e Fondazione Asm Gruppo A2A.


LE ILLUSTRAZIONI DI ARIANNA PAPINI PER “I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE”
Il progetto 2013-1014 presenta l’opera di Arianna Papini, pluripremiata artista fiorentina (premi Andersen e Compostela) che ha realizzato illustrazioni magnifiche partendo da una lettura personalissima e innovativa – pur attenendosi al testo originale – della fiaba di Andersen. A cominciare dalla figura del protagonista.
“Ho immaginato un imperatore, l’ho immaginato molto giovane, come lo erano i re e gli imperatori in antichità. Avvolto da un senso di solitudine e bellezza, silenzio pregnante e presenza estetica. Un ragazzo investito di un ruolo più grande di lui, che compra stoffe e prova abiti in maniera compulsiva”.
Scelte cromatiche raffinate, segno essenziale ed elegante, sfondi dai colori pieni e compatti contraddistinguono il lavoro. In una ricchezza di particolari ad effetto quasi tridimensionale risaltano gli abiti e le stoffe. I personaggi stilizzati sono caratterizzati con pochi tocchi sapienti. E ovunque compaiono gli animali: pesci, uccelli, gatti, leoni, elefanti.
“Li vedrei come l’alter-ego degli uomini, la parte istintuale, nascosta ma sempre presente in ognuno di noi, la voce dell’innocenza, quella che fa gridare il bambino, ma dovrebbe far urlare tutti: il re è nudo!”.
Curiosa e ricca di valenze simboliche è la raffigurazione di un piccolo camaleonte, che vive quasi in simbiosi con il giovane sovrano e si trasforma adattando la sua pelle agli abiti del padroncino.

torre avogadro Immagine-logo I vestiti nuovi

DALLA SALA DEGLI SPECCHI ALLE STANZE MAGICHE L’ALLESTIMENTO DI SARA POLI
L’allestimento è affidato a Sara Poli, regista bresciana da sempre nella squadra di lavoro della Torre delle Favole, che con “Cappuccetti Rossi” è stata artefice (insieme a Gabriella Goffi) della prima edizione, nel 2003. Sua è la creazione di un percorso drammaturgico e scenografico che dalla Sala degli Specchi porta alle Stanze Magiche, spazi multimediali interattivi dove le illustrazioni si animano con il movimento e si intrecciano alla narrazione teatrale.
Alla realizzazione dell’allestimento hanno collaborato Sebastiano Barbieri, Corrado Galli, Laura Mantovi e Sara Trevisan, senza dimenticare l’apporto consolidato degli Amici dell’Arte di Lumezzane: Rosangela Zipponi, William Vezzoli, Giuliano Ghidinelli.


LE VISITE TEATRALIZZATE
Sotto la guida registica di Sara Poli, gli animatori-attori Michele d’Aquila, Davide Di Maria, Manuela Misiti, Anna Palladino, Marco G. Palladino e Mirella Prandelli sono pronti ad alternarsi nell’accompagnare i bambini a vivere in prima persona i momenti salienti della fiaba.
Le visite teatralizzate sono in programma dal lunedì al sabato per le scuole (dell’infanzia e primarie) e per tutti i visitatori la domenica (fino a esaurimento dei posti disponibili, si consiglia la prenotazione).

LA BIBLIOTECA DELLE FAVOLE
Oltre all’allestimento della fiaba vera e propria, un ampio spazio è riservato alla Biblioteca delle Favole. La mostra bibliografica è divisa 2 sezioni, con la produzione editoriale completa di Arianna Papini e una selezione tematica. Dopo il 9 marzo la Biblioteca delle Favole diventerà, come ogni anno, itinerante e circuiterà in ben nove comuni del territorio.
La mostra è a cura di SIBCA Sistema Integrato di Valle Trompia, Cooperativa Colibrì, Biblioteca Civica Felice Saleri di Lumezzane, Marta Bricco e Luigi Paladin.

IL GIOCO DEL CAMALEONTE
Al piano terra, dove sono esposte le tavole originali, un grande tappeto con il Gioco del Camaleonte accoglie i visitatori. Si tratta di una rivisitazione del Gioco dell’Oca.
“Ne ho fatto un Gioco del Camaleonte – afferma Arianna Papini – perché quello è l’animaletto adorato dall’imperatore, sempre in tinta e coordinato con i suoi abiti. Per me è stato uno spunto, una possibilità in più di condividere con i bambini questi temi così importanti e attuali quali l’apparire e l’essere, l’estetica come messaggio tutt’altro che superficiale e molto altro…”.

IL LIBRO
“I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Andersen con le illustrazioni di Arianna Papini (e con la riproduzione del Gioco del Camaleonte e le sue regole) è in vendita al bookshop.
Il nuovo libro va ad aggiungersi agli altri pubblicati di anno in anno nella collana creata da Edizioni Nuages per la Torre delle Favole, da “Hansel e Gretel” di Nicoletta Costa a “Peter Pan” di Emanuele Luzzati.


APPUNTAMENTI COLLATERALI I SABATI IN TORRE
Letture, incontri, laboratori per adulti e bambini a cura della Biblioteca Civica Felice Saleri sono in programma tutti i sabati dall’11 gennaio all’8 marzo 2014 dalle ore 15 alle 17. Le letture e gli incontri sono a ingresso libero; per i laboratori è invece necessaria l’iscrizione (la quota è di 5 euro).
Il primo appuntamento, sabato 11 gennaio, è con Sabrina Baglioni, avvocato penalista e scrittrice, autrice del racconto “L’albero della giustizia”.
Al Planetario di via Mazzini, inoltre, si ripropongono “Le favole del cielo”, domeniche per le famiglie a cura del Centro Studi e Ricerche Serafino Zani-Unione Astrofili Bresciani.

100.000 VISITATORI in 10 anni…
Migliaia di alunni e gruppi familiari visitano ogni anno La Torre delle Favole, assestata da tempo intorno alle 12.000 presenze a edizione, con oltre 300 visite teatralizzate.
In 10 anni la manifestazione ha coinvolto 100.000 persone, in Torre Avogadro (70.000 presenze) e alle varie iniziative collegate (24.000 partecipanti a laboratori, letture, spettacoli, mostre bibliografiche), e con gli allestimenti in altre sedi (Desenzano, Gussago, Noale e Fossano, per un totale di 6.000 presenze).

 

 

… E 4.562 PRENOTAZIONI ALLA VIGILIA DELL’APERTURA!
Per questa edizione si sono finora accreditate 78 scuole provenienti da 41 comuni, per un totale di 4.562 bambini (dati raccolti martedì 26 novembre).
Alle scuole di Lumezzane e dei comuni limitrofi (Sarezzo, Nave, Gardone, Villa Carcina, Concesio, Ospitaletto) si sommano le presenze da Brescia e da tutto il territorio provinciale: dal Sebino al Garda e Valle Sabbia (Sale Marasino, Clusane, Roè Volciano, Vobarno, Vestone, Agnosine, Toscolano Maderno), alla Franciacorta (Cellatica, Rodengo Saiano, Gussago), alla Bassa bresciana (Flero, Ghedi, Chiari, Manerbio).


INFORMAZIONI
L’ingresso alla Torre delle Favole è gratuito.
Per partecipare alle visite teatralizzate domenicali e festive è richiesto l’acquisto del libro (15 euro) per ogni gruppo di prenotazione (massimo 6 persone).
Info: Ufficio Cultura 030.8929251.

www.latorredellefavole.it

Arianna Papini
www.ariannapapini.com

Arianna Papini vive a Firenze. Svolge libera professione come scrittrice, illustratrice, pittrice, formatrice e arte terapeuta.
Diplomata al Liceo Artistico di Firenze e alla Scuola Internazionale Art Therapy Italiana di Bologna, si è laureata alla Facoltà di Architettura di Firenze con una tesi sul design del libro gioco. Si è formata presso studi tecnici e redazionali e ha lavorato per 26 anni presso la casa editrice Fatatrac, con la quale tuttora collabora come consulente editoriale.
Ancora studentessa, ha lavorato per il Corso di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura di Firenze come assistente; dal 2004 al 2007 ha insegnato Teoria dei linguaggi formali al Corso di Laurea in Disegno Industriale. Tiene corsi presso l’Istituto Tecnico Elsa Morante e il Liceo Artistico di Firenze, presso l’Accademia Drosselmeier di Bologna, Artelier di Padova, l’Associazione Illustratori di Milano e presso l’ISIA di Urbino. Collabora con il Master di Illustrazione di Macerata, con il MI-Master di Illustrazione di Milano e con quello per l’editoria di Padova.
Consigliere del Comitato Italiano Aalto/Viipuri, ha organizzato la mostra e i seminari su Alvar Aalto presso il Museo Marino Marini e la Libreria Seeber di Firenze.
È tra gli organizzatori della mostra “I Miracoli e il Volto Santo di Gesù”, grande collettiva alla Fenice di Venezia nel settembre 2011.
Collabora con scuole e biblioteche per la diffusione della lettura tra i bambini, tiene corsi di aggiornamento teorici ed esperenziali per insegnanti e bibliotecari. Nell’ambito della promozione alla lettura, fin dagli anni 80 conduce laboratori artistici con bambini in età scolare e pre scolare, con particolare attenzione e impegno presso i nidi, anche per quanto riguarda i corsi di aggiornamento agli educatori. In questo senso ha strutturato laboratori di lettura con mamme gestanti e fratellini.
Come arte terapeuta ha svolto tirocini mirati verso setting madre-bambino e sul trauma e svolge libera professione con terapie individuali e di gruppo, con un particolare taglio autobiografico.
Ha scritto e illustrato più di settanta libri per La Nuova Italia, Fatatrac, Edicolors, Lapis Edizioni, Città Aperta, Carocci Editore, Avvenire, Coccole Books, Donzelli Editore, Kalandraka con i quali ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Andersen e il Premio Compostela. Alcuni suoi libri sono stati pubblicati in coedizione in Francia, in Spagna e in Inghilterra.
Ha partecipato a più di cento mostre tra personali e collettive, in Italia e all’estero.
Volontaria presso il reparto di oncoematologia pediatrica per l’associazione Helios, alcuni suoi testi editi e inediti sono messi in scena dall’attrice Miriam Bardini nei reparti pediatrici degli ospedali.
Tra le sue pubblicazioni:
Amiche d’ombra, Fatatrac, Firenze, 2000
Il gobba dei randagi, Fatatrac, Firenze, 2002, (coedizione francese L’ange des chiens perdus, La Compagnìe Créatìve, Bordeaux, France, 2003)
Odore di bombe profumo di pioggia, Fatatrac, Firenze, 2004
Due di tutto, Fatatrac, Firenze, dicembre 2006
Ad abbracciar nessuno, Fatatrac, Firenze, 2010
Le parole scappate, Coccole e caccole, Cosenza, 2011
Chi vorresti essere?, Kalandraka, Firenze, 2011 (coedizione spagnola ¿Que te gustarìa ser? Siviglia, 2011, coedizione galieca ¿Que che gustarìa ser? Pontevedra, 2011, coedizione inglese What would you like to be? Pontevedra, 2011, Qui amerais-tu etre?, Rue Du Monde, Francia, 2013)
L’albero e la bambina, Fatatrac, Casalecchio di Reno, 2011
La quaglia e il sasso, Principi & Princìpi, Pian Di Scò, 2012
Quando il lupo assaggiò la bambina, Lapis Edizioni, Roma, 2013
È una parola, Kalandraka, Firenze, 2013
Terremoto!, Lapis Edizioni, Roma dicembre 2013

L’interpretazione della fiaba

La fiaba “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Andersen è particolarmente ricca di spunti e vi sono argomenti espliciti, unitamente a elementi più nascosti, che la rendono una piattaforma perfetta per la partenza di percorsi formativi, individuali e di gruppo e inter età.
Molti colgono la contemporaneità dei temi riguardanti l’illusione, la concretezza, l’interpretazione, la politica, i ruoli e la loro capacità di trasformare la realtà deformandone i contenuti. Un altro tema molto importante però riguarda la personalità dell’imperatore, che è lasciata all’immaginario. È come se Andersen avesse dato la possibilità a chi legge di scoprire, dentro di sé, all’interno della propria storia, quali fossero gli elementi di similitudine con questo personaggio che in realtà è tragico poiché compulsivamente acquista stoffe e prova vestiti, restando fuori da ciò che avviene nella sua corte.
L’argomento della compulsività quindi, in tutte le sue accezioni, compresa quella della caduta di importanza del rapporto con l’altro e l’astrazione dalla realtà, è l’ulteriore filo conduttore in grado di portarci alla scoperta del senso delle cose. L’estetica, come elemento fondante del dialogo silenzioso che esiste tra adolescenti e età adulta e come elemento profondo di comunicazione attraverso segni e colori posti sul proprio corpo, è elemento portante che rende la fiaba di grande attualità.
Vi è la paura come difficoltà ad esprimere l’evidenza se non accompagnati dal grande gruppo, e in questo forza salvifica dell’infanzia che parla comunque, di fronte all’evidenza, definita come “voce dell’innocenza”. Come argomento correlato, c’è quello del coraggio di uscire dal gruppo per esprimere la propria idea, argomento particolarmente importante nella gestione dei casi di “branco” in cui vi è la perdita dell’identità del singolo per partecipare ad atti riprovevoli o amorali.
Dunque la fiaba dell’imperatore e dei suoi vestiti nuovi, poco nota al grande pubblico, si è presentata a me come occasione di dialogo attraverso l’evento artistico e non solo, fornendomi spunti di riflessione di grande respiro.
Arianna Papini
Sara Poli

Regista bresciana, ha fondato l’Associazione Culturale Progetti e Regie e ha diretto numerosi allestimenti. Tra questi ricordiamo Panico con Patrizia Zappa Mulas, vincitore del Premio Hic Rhodus-Ctb, Elettra con Ida Marinelli, La Giravolta di Paola Carmignani con Barbara Valmorin, Minotauros con Roberto Castello, Le Serve con Stefania Stefanin/Beatrice Faedi, Luca Rubagotti e Daniele Squassina, Faustino e Giovita con Edi Gambara e Bruna Gozio per la festa dei Santi Patroni di Brescia.
L’esordio alla regia risale al 1990 con La Voce Umana, dopo un percorso di formazione con il Teatro Stabile di Brescia e il Teatro dell’Elfo e le collaborazioni con Daniele Lievi, Elio De Capitani, Mina Mezzadri. Ha curato eventi e produzioni per il Teatro Grande (la regia lirica Pasqua Fiorentina), il Comune di Brescia (Capodanno 2000), Cerveno (Santa Crus), Crucifixus Festival di Primavera (Ecco l’uomo, Ciascaduno Pianga con Dolore, Amore e Dolore, Barabba) e per TBR Teatri Bresciani in Rete (Il Bavaglio, di Eric Emmanuel Schmitt).
Nel 2010 Sara Poli affida all’attrice Laura Mantovi il monologo Annabella, che vince il primo premio al festival Le voci dell’anima 2011, e insieme il premio della critica e del pubblico. Il sodalizio continua con Di sana e robusta Costituzione?, La chiave dell’ascensore (insieme con Beatrice Faedi, realizzato in collaborazione con le Pari Opportunità del Comune di Brescia) e Maddalena, di nuovo pluripremiato al festival Le voci dell’anima 2012. Seguono la narrazione teatrale R-Esistenze al Toscolano Art Festival 2012 e il videospettacolo Sfide in Rosa nel 2013. Il debutto del nuovo spettacolo Stelle infrante. Le donne e la Shoah è in programma il 24 gennaio 2014 nella Stagione di prosa del Teatro Odeon di Lumezzane.
Da alcuni anni la regista affianca a un lavoro prevalentemente legato al teatro di parola la realizzazione di video (Vita da campo, Ionesco segreto) e di performance e installazioni costruite con l’uso di linguaggi multimediali (Silence per DifferenzArti Festival 2010, Giardino. Le morti bianche), alcuni dei quali presentati in Torre Avogadro, dove collabora con continuità alla manifestazione La Torre delle Favole.

torre avogadro Locandina 2013-2014 - 29,7x42

La Torre delle Favole 2013 -14

CITTÀ DI LUMEZZANE ASSESSORATO ALLA CULTURA
con il contributo di
Fondazione Asm Gruppo A2A
Fondazione della Comunità Bresciana Onlus

LA TORRE DELLE FAVOLE
Un progetto di Sonia Mangoni e Laura Staffoni
XI edizione
I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE

Torre Avogadro
Lumezzane (Brescia)
dal 30 novembre 2013 al 9 marzo 2014

Inaugurazione domenica 30 novembre ore 16
Saranno presenti
l’artista Arianna Papini e la regista Sara Poli
Interverranno
il Sindaco Silverio Vivenzi e l’Assessore alla Cultura Lucio Facchinetti

ILLUSTRAZIONI
di Arianna Papini

LE STANZE MAGICHE
progetto multimediale e drammaturgico di Sara Poli
in collaborazione con
Sebastiano Barbieri, Corrado Galli, Laura Mantovi, Sara Trevisan
collaborazione all’allestimento Amici dell’Arte Lumezzane:
Rosangela Zipponi, William Vezzoli, Giuliano Ghidinelli

PERCORSO TEATRALIZZATO
a cura di Sara Poli
con Michele d’Aquila, Davide Di Maria, Manuela Misiti,
Anna Palladino, Marco G. Palladino, Mirella Prandelli

LA BIBLIOTECA DELLE FAVOLE
Mostra bibliografica itinerante
a cura di SIBCA Sistema Integrato di Valle Trompia,
Cooperativa Colibrì,
Biblioteca Civica Felice Saleri di Lumezzane,
Marta Bricco e Luigi Paladin

VISITE TEATRALIZZATE
Per le scuole dal lunedì al sabato su prenotazione
Per tutti domenica e festivi su prenotazione (esclusi i giorni di chiusura)

IL LIBRO “I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE”
di Hans Christian Andersen
illustrazioni di Arianna Papini
Edizioni Nuages, Milano

 

Appuntamenti collaterali

I SABATI IN TORRE
Letture, incontri, laboratori per adulti e bambini in Torre Avogadro
a cura della Biblioteca Civica Felice Saleri
Tutti i sabati dall’11 gennaio all’8 marzo 2014
dalle ore 15 alle 17

Sabato 11 gennaio
L’albero della giustizia. La storia della legge spiegata ai bambini
di e con Sabrina Baglioni, avvocato penalista e scrittrice

Sabato 18 gennaio
Laboratorio di Cucito creativo per bambini Un mondo pieno di personaggi morbidi*
a cura della Cooperativa Zeroventi

Sabato 25 gennaio
Laboratorio per bambini Creare bellezza. Modelli in carta e stoffa*
a cura degli Amici dell’arte di Lumezzane

Sabato 1 febbraio
Laboratorio per bambini Creare bellezza. Modelli in carta e stoffa*
a cura degli Amici dell’arte di Lumezzane

Sabato 8 febbraio
Laboratorio Prova e impara*
a cura di Trame e ricami

Sabato15 febbraio
Conferenza “Il re è (rimasto) nudo! Ovvero:il gioco è bello quando dura poco”
a cura del dott. Claudio Agosti – Consorzio Gli Acrobati

Sabato 22 febbraio
Letture dalla biblioteca
a cura degli Amici della Biblioteca

Sabato 1 marzo
Laboratorio Crea la tua maschera di carnevale*
a cura della Cooperativa Il Mosaico

Sabato 8 marzo
Letture dalla biblioteca
a cura degli Amici della Biblioteca

Laboratori*
Info e iscrizioni presso la Biblioteca Civica Felice Saleri
nei giorni e orari di apertura – 030 8929260
quota di iscrizione € 5
LE FAVOLE DEL CIELO
Sotto le stelle del Planetario con le scuole e le famiglie
Lumezzane S. Sebastiano, Via Mazzini 92
www.astrofilibresciani.it
prenotazioni 333 2793190

Orari

Torre Avogadro
Via Torre Lumezzane Pieve (Brescia)

orari e giorni di apertura
dal 30 novembre 2013 al 9 marzo 2014

dal lunedì al sabato per le scuole
con visita teatralizzata su prenotazione allo 030 8929251

domenica e festivi per tutti
in orario 10-12 e 14-18
(chiuso dal 24 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014)

Visite teatralizzate la domenica
alle ore 10 – 11 – 15 – 16 – 17
prenotazione negli orari di apertura di Torre Avogadro tel 030 8971245

L’ingresso
alla Torre delle Favole è gratuito.
Per accedere alle visite teatralizzate domenicali e festive
è richiesto l’acquisto del libro “I vestiti nuovi dell’imperatore” (15 euro)
per ogni gruppo di prenotazione (massimo 6 persone).

 

Info

Torre Avogadro
030 8971245 (negli orari di apertura)

Ufficio Cultura
030 8929251 (in orario d’ufficio)

Segreteria organizzativa Ufficio Cultura
Grazia Lo Castro, Renato Lancini, Consolata Sgrò
Si ringrazia per la collaborazione Pino Negroni

www.latorredellefavole.it
è il sito dove trovare testi, illustrazioni, fotografie
e tutte le informazioni relative a
I vestiti nuovi dell’imperatore
e agli allestimenti che hanno animato Torre Avogadro
nelle 10 precedenti edizioni a partire dal 2003:
Cappuccetti rossi di Sara Poli e Gabriella Goffi
Peter Pan di Emanuele Luzzati
Hansel e Gretel di Nicoletta Costa
Il gigante egoista di Chiara Carrer
Biancaneve di Sophie Fatus
Il brutto anatroccolo di Antonella Abbatiello
I tre porcellini di Nicoletta Costa
Aladino e la lampada magica di Fabian Negrin
I musicanti di Brema alle prese con la banda di Sophie Fatus
Peter Pan Omaggio a Emanuele Luzzati.

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E “STILE ARTE”, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

x

Ti potrebbe interessare

musei gratis domenica

Musei gratis il 4 dicembre. Qui l’elenco completo Italia. #DomenicaalMuseo

a dylan

Avete mai visto i quadri dipinti da Bob Dylan? In 3 minuti guardate qui la sua antologia pittorica