Home / Arte contemporanea / Francesca Fabbri, le statue dalla pelle di mosaico
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Francesca Fabbri, le statue dalla pelle di mosaico

Attraverso-l’oltre, -mosaico di pasta vitrea rossa, h.95 cm.,2013

Francesca Fabbri, Attraverso l’oltre, mosaico di pasta vitrea rossa, h.95 cm.,2013

Il Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento, museo civico unico in Italia che per vocazione è interamente dedicato alla scultura, ospita da domenica 29 settembre al 10 novembre 2013 – vernissage sabato 28 settembre alle ore 17 – la mostra “Francesca Fabbri. Una contemporaneità antichissima”. Si tratta del quinto e ultimo evento espositivo del progetto
“Contemporaneamente…al Cassero! Suggestioni, poetiche, linguaggi e approfondimenti sulla scultura italiana contemporanea”, realizzato dal Comune di Montevarchi, Assessorato alla Cultura, curato dal direttore scientifico de “Il Cassero” Alfonso Panzetta e finanziato insieme alla Regione Toscana nell’ambito di “Toscanaincontemporanea 2012”.
Francesca Fabbri è una singolare scultrice di Ravenna che affronta con grande maestria il tema della scultura unita al mosaico. Reduce dalla partecipazione all’ultima Biennale di Venezia dove

-L’immenso-in-tasca-mosaico-vetroso-nero-h-180-cm.-2012

Francesca Fabbri, L’immenso-in-tasca,-mosaico-vetroso-nero, h-180cm, 2012

ha presentato un grande “Prigione” interamente mosaicato con tessere di platino, e da un’ampia personale a Miami (Florida), è l’autrice del singolare monumento funerario a Rudolf Nureyev nel cimitero di Sainte Geneviève sous Bois a Parigi. Le tre opere dialogano con la collezione permanente e si sposano perfettamente con la multimedialità grazie alla collaborazione dell’Associazione MACMA e dell’Associazione Fotoamatori Francesco Mochi, due importanti realtà del territorio. Una giovane fotografa, Francesca Bigazzi e la video maker Fulvia Orifici di MACMA, hanno il compito di rileggere e interpretare le opere della scultrice arricchendo il catalogo curato da Alfonso Panzetta
con un testo di Federica Marrubini. La realizzazione del progetto vede poi la
partecipazione dell’Associazione “Amici de Il Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento” per quanto riguarda la logistica e della Cooperativa Itinera C.E.R.T.A. per la segreteria organizzativa e la didattica.
La mostra “Francesca Fabbri. Una contemporaneità antichissima” sarà aperta al Cassero per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento, in Via Trieste, 1 a Montevarchi (Ar), dal 29 settembre al 10 novembre 2013. Gli orari di apertura sono: giovedì e venerdì: 10-13 e 15-18, sabato e domenica: 10-13 e 15-19, il primo giovedì del mese: 21.30-23.30. Sono in oltre previste visite didattiche gratuite per adulti per un massimo 20 persone, gradita la prenotazione,

Il Prigione-mosaico-d’oro-bianco, h.160-cm., diametro 240-cm.-2009

Francesca Fabbri, Il Prigione, mosaico d’oro-bianco, h.160-cm., diametro 240-cm., 2009

domenica 13 ottobre ore 16.30 e sabato 26 ottobre alle ore 11.30. Costo del biglietto 3
euro intero, 1 ridotto.

Info
tel.055.9108274.
E-mail: info@ilcasseroperlascultura.it sito web:
www.ilcasseroperlascultura.it
Il Cassero è anche su Facebook con il nome Cassero Per la
Scultura.
Ufficio Stampa ILogo

Fabrizio Lucarini, mobile 3407612178
Chiara Mercatanti, mobile 3479778005
E-mail: press@ilogo.it

 

PER ESPRIMERE GRADIMENTO AL SERVIZIO SVOLTO DA STILE ARTE CLICCA QUI SOTTO  “mi piace”

https://www.facebook.com/stile.arte.it?fref=ts

 

 

 

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico