Home / News / Il Giardino Dell’Eden. Il Film di Video-arte di Franco Losvizzero. Il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il Giardino Dell’Eden. Il Film di Video-arte di Franco Losvizzero. Il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Metafisico, a tratti grottesco e inquietanti, ricco di una dimensione altra. Una performance, un viaggio metafisico. Ecco Il Giardino dell’Eden, film di video-arte di Franco Losvizzero
L’opera, appartenente ormai ai classici del genere, fu presentata per la prima volta a Berlino nel 2011, costituisce, contemporaneamente un viaggio nel Fatzer – opera incompiuta di Brecht – e nell’Orto Botanico di Roma in una performance che si tenne a partire dalle 11 del mattino dell’ 11 novembre 2011.

Dobbiamo ricordare che l’orto Botanico è un giardino alchemico, creato nel ‘700 da Cristina Di Svezia – Madrina delle arti e dell’esoterismo. Il coniglio bianco è il simbolo, sulla linea carroliana, del passaggio oltre la soglia del concreto, di una discesa nel mondo nascosto degli archetipi.. La regina Mab è una citazione al monologo di Mercuzio nel “Giulietta e Romeo” di Shakespeare ove la fata si fa beffe dei sogni e dei loro creatori.
La sera dell’11.11.11 venne inaugurata una mostra al Museo Dell’Orto Botanico in più sale storiche, con installazioni di Franco Losvizzero.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

x

Ti potrebbe interessare

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica

a gibbs copertina

Ciao, buona fortuna e buona giornata a tutti