Home / News / Il sonno nell’arte –
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il sonno nell’arte –


Alla dimensione del sonno come giusto riposo e accesso al mondo dei sogni, si accostano altri significati simbolici, come quello, celeberrimo, del sonno figurato della ragione, il suo obnubilamento che porta l’uomo e una condizione di bestiale irrazionalità. Chi spegne il lume della ragione e soggiace agli incubi delle pulsioni primarie, produce mostruosità come la guerra, il delitto, la sopraffazione. Goya, con la sua notissima incisione, lo innalza a monito perenne dell’umanità: il sonno della ragione genera mostri.
El sueño de la razón produce monstruos è un’acquaforte e acquatinta realizzata nel 1797 dal pittore spagnolo Francisco Goya e facente parte – è il foglio n° 43 – di una serie di 80 incisioni ad acquaforte chiamata Los caprichos (I capricci) pubblicata nel 1799. Los caprichos sono le prime opere di Goya non realizzate su commissione e ritraggono – in chiave allegorica, umoristica e satirica – vizi e miserie umane, ma anche soggetti fantastici o grotteschi che prevalgono nella seconda metà della serie.

Il sonno della ragione produce mostri

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista