Home / Aneddoti sull'arte / Jeanne e Modigliani: amore, pittura e morte come un colpo di fulmine
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Jeanne e Modigliani: amore, pittura e morte come un colpo di fulmine

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Jeanne_Hebuterne_Autoportrait

Jeanne Hébuterne, Autoritratto

Un legame molto intenso, una grande storia d’amore e di pittura che va oltre la morte. Jeanne Hébuterne, divenuta artista e compagna di Modigliani, è nata  Meaux , in Seine-et-Marne , in Francia , il 6 aprile 1898 ed morta suicida a Parigi, il 25 gennaio 1920, a 21 anni.

La ragazza, molto avvenente, era soprannominata “Coconut” – cioè noce di cocco, riferendosi alla nivea polpa del frutto –  per il colore bianco latteo della sua pelle che contrastava con i capelli castani, dotate di ramature rossicce. Il padre, Achille Casimir Hébuterne, era ragioniere, e sua madre, Eudossia Anaïs Tellier, casalinga.Jeanne Hébuterne, andando controcorrente rispetto, aveva studiato all’ Académie Colarossi, dove aveva incontrato l’affascinante Modigliani, nel  marzo 1917. Tra i due colpo di fulmine, un amore osteggiato dal padre di Jeanne, che, anch’egli di origine ebraica come Modigliana,  si era convertito a un Cattolicesimo austero e che non approvava assolutamente la relazione della figlia con un pittore ebreo, che lui considerava un depravato. Con grande scandalo per un ambiente piccolo borghese, Jeanne e Modigliani convissero e si trasferirono s Nizza, nella speranza che le condizioni fisiche di Amedeo migliorassero. Ma presto le malattie e i gravi disturbi di Modigliani, legati all’indebolimento provocato dall’uso massiccio di alcool, aumentano.

jeanne

 

modigliani 1918 1

Il 29 novembre 1918,  sempre a Nizza, Jeanne dà alla luce una bambina.  Tornano poi a Parigi e la salute di Modigliani continua a peggiorare, e muore di meningite complicata dalla tubercolosi, all’età di 35 anni, il  24 gennaio 1920.  Jeanne Hébuterne viene condotta nella casa paterna dai propri familiari ma, il giorno dopo, la giovane (al nono mese di gravidanza) si lancia dalla finestra e muore.  I genitori di lei, non vogliono che siano uniti nemmeno dalla morte.


Il 27 gennaio, Modigliani è sepolto “come un principe” di Père Lachaise , circondato da molti amici, mentre Jeanne è sepolta nel cimitero di Bagneux . Pochi anni dopo  verranno sepolti uno accanto all’altra.
E ‘nella bottega del fratelli di Jeanne, in rue de Seine , che saranno scoperti, 24 anni la morte della ragazza,  nove dei suoi dipinti. Fortemente influenzata da Modigliani, Jeanne rivela comunque, pur nel recupero del primitivismo di matrice statuaria, una più accesa gamma di colori che dimostra l’osservazione dei dipinti di Gauguin.

Guarda qui le quotazioni di Jeanne Hébuterne

NEL FILMATO LE OPERE DI JEANNE

 

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista