Home / News / La Natività Stern, una luce rococò al fondo della notte
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

La Natività Stern, una luce rococò al fondo della notte

Stern---Scheda-main

“La maggiore qualità della Natività di Stern sta, comunque, nel modo in cui i suoi precedenti vengono assimilati nella traduzione degli amorosi affetti, in valori atmosferici, nordici, e perfettamente padani, passando dal cuore all’aria” (Vittorio Sgarbi)

Stern---Fotogallery-01

Datata 1724, la “Natività” di Stern, pittore bavarese conosciuto in Italia con il nome di Ignazio Stella (Mariahilf, Passavia, 1680 circa – Roma 1748), raffigura un momento particolare della storia della nascita di Gesù: la Madonna in estasi rivolge il suo sguardo verso Dio dopo avere ricevuto la grazia di concepire suo Figlio. La luce notturna che avvolge l’evento, e che deriva da una tradizione illustre che annovera fra gli artisti più significativi Correggio, Luca Cambiaso, Rubens e numerosi caravaggeschi, sottolinea l’intimità della scena che suscita, grazie ai suggestivi contrasti luce-ombra, una forte emozione nello spettatore. La particolare iconografia è tratta dalle Celesti Rivelazioni di santa Brigida di Svezia; secondo la visione avuta dalla santa nella Grotta di Betlemme, come afferma Vittorio Sgarbi, “Maria, col capo velato, raccoglie il Bambino freddoloso e rivolge il ringraziamento a Dio, non pregando chinata, ma rivolgendo gli occhi al cielo, ancora in preda agli ultimi effetti dell’estasi che l’aveva coinvolta prima del parto. Il canto angelico del racconto brigidiano si è personificato in creature celesti, giovani e giovanissime, che partecipano direttamente all’evento. Giuseppe, che nella visione ricompare, piangente, solo dopo il ringraziamento di Maria, qui è già stato integrato nel gruppo. Se le Rivelazioni di Brigida possono essere considerate la fonte letteraria della nostra opera, l’ispirazione pittorica è ancora più stringente: la “Notte” (Adorazione dei pastori) di Correggio, la prima grande Natività in notturno della storia dell’arte italiana”. E ancora, commentando il dipinto, il critico ne evidenzia le “sfumature nebbiose, impalpabili, che coprono di rugiadosa cipria forme e colori, lasciando scorrere bagliori di luce che vincono l’oscurità e si riverberano, ora docili, ora imprevedibili, sulle carni, in risposta ai ritmi cadenzati imposti dai panneggi delle vesti. Un’esibizione di pittoricismo davvero notevole, in anticipo sui tempi, questa di Ignazio Stern, artista, in fin dei conti, più emiliano che bavarese”.

Realizzato dopo il trasferimento dell’artista a Roma da Forlì, città in cui si era formato presso la bottega di Cignani, l’opera era destinata alla devozione privata: ne è prova la disinvoltura con cui l’artista ha realizzato la composizione della scena, uno stile personale che rivela una sensibilità pittorica, vibratile, musicale, dolce e intensa allo stesso tempo, ben diversa dalle commissioni pubbliche, controllate, poco fantasiose, spesso di impostazione rigida. Il tema descritto è un soggetto caro a Stern, di cui conosciamo altre versioni che ne attestano la fortuna (una a Pommersfelden, coll. Graf von Schönborn; l’altra a Parigi, coll. Rosenberg). Un’altra replica, con le tonalità più chiare, invece, è riapparsa solo poco tempo fa (Christie’s, Milano, 26 novembre 2009, lotto 104).

Tra influenze emiliane, squisite raffinatezze formali e cromatiche ispirate alla pittura rococò di Luti, Trevisani e Michele Rocca – interpreti a Roma di un indirizzo stilistico in perfetta sintonia con il gusto francese – la cifra della personale sintesi pittorica a cui giunse Stern è ben visibile in questo dipinto dai toni eleganti. Peculiari del raffinato eloquio del maestro bavarese sono, ancora, l’atmosfera ovattata, la stesura morbida degli impasti dai toni freddi e dall’aspetto smaltato e il generale effetto di nitore e limpidezza derivante dalla sua prima educazione nordica. Con Ignazio Stern inizia quindi una stirpe di artisti, protrattasi fino all’Ottocento avanzato che, a Roma, accompagna sotto il segno di una propizia congiuntura culturale fra Italia e Germania, il passaggio dal Tardo Barocco al Neoclassicismo e al Romanticismo.

SE GRADISCI IL SERVIZIO SVOLTO DA STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Giovani donne, fiori, giardini, bambini. I quadri di Courtney Curran. Il video

Beth Moon, le fotografie degli alberi monumentali più vecchi del mondo. Il video