Home / News / Lolita o della seduzione mortale. La scena che fu tagliata nel film del 1997
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Lolita o della seduzione mortale. La scena che fu tagliata nel film del 1997

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Lolita, come ben sappiamo, è il più noto romanzo di Vladimir Vladimirovič Nabokov. Scritto in inglese e pubblicato inizialmente a Parigi nel 1955, suscitò scandalo per i contenuti scabrosi che vertevano su un rapporto, dissennato ma molto intenso e, al tempo stesso, elusivo e precario, tra un adulto e una ragazzina. Un rapporto che è pure incestuoso perchè, nel romanzo, l’uomo, un professore di letteratura di mezza età, è patrigno della dodicenne Lolita, il soprannome spagnolo con la quale lui chiama in privato la ragazzina. Con questo nome, entrato in tutti i dizionari, si identifica oggi un’adolescente sessualmente precoce e capace di utilizzare il richiamo sessuale – per problemi di disequilibri familiari, per la povertà culturale dell’ambiente da cui proviene o per la precoce maturità sessuale che precede quella intellettuale e morale – in modo considerato abnorme rispetto alle fasce d’età previste dalla società occidentale. All’interno del romanzo il professore, che narra le vicende, risulta vittima di Lolita, che è in grado di esercitare il suo fascino per distruggerlo. Più o meno consapevolmente.

Il romanzo ebbe grandi opposizioni da parte della censura, ma considerato l’argomento-tabù – rimosso e condannato giustamente dalle società occidentali, ma non per questo inesistente – riscosse anche uno straordinario successo di vendite. Dopo il film tratto dal romanzo da Kubrick, ne fu girato un secondo adattamento nel 1997. Lolita è un film drammatico franco-statunitense, scritto da Stephen Shiff e diretto da Adrian Lyne. La scena che vediamo venne considerata non “politicamente corretta” e fu, in diverse edizioni, tagliata. Il libro e i film da essi tratti mostrano comunque la discesa mortale dell’adulto che rimanga preda di un sogno che valichi i limiti dell’età. Il professore uccide, per gelosia, l’uomo di Lolita, e finisce così in prigione. Ma è tutto il tormento che percorre il romanzo a trasformarlo, in realtà, in un puro grido di dolore e, in uno strumento pedagogico – se servisse – per individui adulti.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

a anatre

E’ un’opera d’arte? Il pifferaio magico? Guardate il video, immaginate e scrivete cosa succede…

a chitarra

Cos’è lo swirling per il legno? Ecco la magia del colore ottenuto su una chitarra. Il video e le dosi