Home / News / Metropolitan Museum, gratis 375mila fotografie d’opere d’arte. Qui il collegamento per scaricarle. Salva questo articolo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Metropolitan Museum, gratis 375mila fotografie d’opere d’arte. Qui il collegamento per scaricarle. Salva questo articolo

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


a modigliani

 

Artist:Amedeo Modigliani (Italian, Livorno 1884–1920 Paris)
Date:1917
Medium:Oil on canvas
Dimensions:23 7/8 x 36 1/2 in. (60.6 x 92.7 cm)
Classification:Paintings
Credit Line:The Mr. and Mrs. Klaus G. Perls Collection, 1997
Accession Number:1997.149.9

Il dipinto di Modigliani è una delle numerosissime opere – 375mila – per le quali il Metropolitan museum of arts non chiederà più i diritti fotografici. Entrata in pubblico dominio significa che tutti potranno usare queste immagini, con il fine che vorranno. Per illustrare libri, per crearsi un profilo fb, per pubblicarle su un blog, per usarle in pubblicità o come illustrazioni simboliche all’interno di un giornale, per stamparle su magliette, su tazze ecc.

E’ un cambiamento importante, nell’era di internet, che segue un analogo provvedimento della National Gallery di Washington e del Rijksmuseum di Amsterdam (45000 immagini per il primo 150000 per il secondo). Questa scelta asseconda la marea di internet che travolge paletti spesso assurdi, come il diritto fotografico sulla riproduzione delle opere d’arte, con il quale i musei cercavano di fare un po’ di cassa – vendendo le autorizzazioni – raccogliendo l’equivalente di un mucchietto di monetine. E in effetti quello delle autorizzazioni e del pagamento per i diritti fotografici è un’assurdità. La fotografia di un’opera bidimensionale – un quadro – è solo una riproduzione foto-meccanica, che richiede conoscenze tecniche, ma non creatività.  Per questo, come fu specificato dal ministero dei beni culturali, la riproduzione fotografica di un’immagine di un quadro resterebbe di proprietà di un museo o di un editore per 25 anni e non per i 70 previsti dal diritto d’autore. Ma molti musei continuano ad applicare i 70 anni.
a monet
Settant’anni dalla morte dell’autore che permangono invece sulla linea dei diritti dell’artista. Esempio: la foto di un’opera di Picasso può essere stata scattata decenni fa ed essere entrata in pubblico dominio; ma non lo il copyright della famiglia di Picasso, che prende, in questo modo, i diritti d’autore sullo sfruttamento dell’opera e non della sua immagine.

Quindi su un quadro esistono due diritti: quello fotografico e quello dell’autore. Il diritto d’autore su immagini di dipinti è comunque richiesto dalle famiglie quasi esclusicvmente – ma stiamo attenti a questo quasi – per richieste di sfruttamento commerciale del quadro – pubblicità, decorazioni di oggetti per la vendita eccetera – , mentre i familiari, generalmente, tengono conto che la diffusione delle immagini sul web e su pubblicazioni contribuiscono a tenere alto il nome dell’artista stesso e che se fosse applicato un vincolo totale, il risultato – nella civiltà dell’immagine – sarebbe quello di una riduzione progressiva della conoscenza delle opere in questione.

 

Per quanto riguarda il Metropolitan museum of arts: l’istituzione ha messo a disposizione gratuita le foto digitali di opere di artisti per i quali non esiste più diritto d’autore e per le quali non intende chiedere diritti fotografici. Tra i dipinti che possono essere utilizzati, tanti capolavori, tra i quali le opere di una stupenda raccolta di quadri di Monet. Come si utilizza il sito gratuito del museo americano? Cliccate il link qui sotto e accedete alla pagina del museo. Alla vostra sinistra vedrete alcuni blocchetti di testo. Ecco la scritta Public Domain Artworks. Cliccate nel quadratino e accedete alle immagini di pubblico dominio. Nella riga superiore potrete cercare gli artisti che vorrete. A sinistra troverete anche un modo per ricerche per categorie.



http://www.metmuseum.org/art/collection#!?=&perPage=20&showOnly=openaccess&sortBy=Relevance&sortOrder=asc&offset=180&pageSize=0
PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

pierre gandon

Pierre Gandon, il lato B di Mademoiselle. Di-sogni erotici di un disegnatore di francobolli

a cracco

Art food. Cracco. Planata di gamberi futuristi su pianura scomposta. Il video