Home / News / Primi Novecento, la donna intellettuale domina la scena
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Primi Novecento, la donna intellettuale domina la scena


V. CORCOS, In lettura sul mare, 1910 ca., olio su tela, cm 130 x 228, collezione privata

V. CORCOS, In lettura sul mare, 1910 ca., olio su tela, cm 130 x 228, collezione privata

di Adriana Conconi Fedrigolli

In uno spazio senza tempo i tre giovani di In lettura sul mare, dipinto da Vittorio Corcos intorno al 1910, intessano un colloquio negato e silenzioso di immagini, pensieri, idee e ideali che forse si è avviato in loro dalla lettura di alcuni volumi dalla copertina gialla, sgualcita, perché letti e riletti, per i tipi Flammarion, della medesima edizione che Elena Vecchi, protagonista del quadro Sogni (Roma, Galleria Nazionale di Arte Moderna) teneva appoggiati sulla panchina.

La lettura interrotta è l’incipit di entrambi i quadri, così come l’arte e la letteratura viaggiano affiancate nella poetica dell’artista, autore di poesie, racconti e saggi sul periodico il Marzocco, nel quale la penna onirica e decadente di Gabriele d’Annunzio, oltre scegliere il titolo del giornale, lasciò scritti indimenticabili. Ed è proprio il clima del Marzocco, delle frequentazioni del vate a Castiglioncello, dove Corcos soggiornava con la moglie Emma Ciabatti, che si respira in questa istantanea pittorica dagli avvolgenti toni madreperlacei. Il pittore decentra il fuoco prospettico spostando la figura femminile, Ada, figlia di prime nozze della moglie, verso destra, concentrando maggiormente lo sguardo dell’osservatore proprio su di lei, che unica rispetto agli altri ritrattati, si rivolge con piglio sicuro e risoluto agli astanti, prendendosi e pretendendo il ruolo indiscussa di protagonista. Gli altri due giovani appaiono lontani, quasi estranei alla scena: quello posto sulla sinistra, in impeccabile abito bianco – colore che accomuna l’abbigliamento dei tre protagonisti e che caratterizza la moda della Belle Époque – appare elegantemente sdraiato su una ampio parapetto, intessuto di lapidei decori liberty, e sembra non si sia accorto di nulla, tanto è assorto nella lettura di un libro. L’altro, seduto con il busto reclinato in avanti e le mani incrociate, appare in uno stato di sospensione – attesa, forse ha appena terminato di ascoltare le interessanti riflessioni della bella Ada o forse sta guardando la costa toscana, immerso in pensieri che non ci è dato sapere e che non ci permetteremmo mai neppure di indagare. Intanto mentre i tre giovani rimangono e rimarranno per l’eternità accarezzati da quella brezza estiva che si alza quando si avvicina il tramonto e accarezza dolcemente i visi, a noi non rimane che contemplarli aspettando con loro il sopraggiungere della sera, accompagnati dalle parole del sonetto foscoliano: ”e mentre io guardo la tua pace, dorme quello spirto guerrier ch’entro mi rugge”.

 

QUANTO VALGONO I QUADRI DI VITTORIO CORCOS

GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI VITTORIO CORCOS CON FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.

www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=vittorio+corcos


http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?entry=corcos&searchtype=p&searchFrom=auctionresultst>

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

 

x

Ti potrebbe interessare

a merda

Perchè non ci facciamo un regalo dadaista? A 6 euro la Merda di Natale (che non offende nessuno)

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più