Home / Catawiki aste / Vendere arte su Catawiki: Perchè è così vantaggioso? Qui le risposte
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Vendere arte su Catawiki: Perchè è così vantaggioso? Qui le risposte

Milioni di opere d’arte vengono vendute ogni giorno, molte nelle aste online. Solo la scorsa settimana oltre 6.000 opere erano all’asta su Catawiki. Vendere arte online dovrebbe essere un’esperienza emozionante con il minimo stress. Impegnandosi a rendere questo sogno realtà, Catawiki ha trovato un modo per combinare le migliori caratteristiche delle aste tradizionali e di quelle online, migliorando così l’esperienza di vendita. Esaminiamo alcuni dei vantaggi che forniscono, esploriamo il processo di vendita e scopriamo alcuni suggerimenti per ottenere ricavi più elevati.

cata1

 


I vantaggi di vendere alle aste di Catawiki

Molti concorderanno sul fatto che le aste online offrono un grande vantaggio per i venditori: un pubblico internazionale. Invece di limitarsi ad un’asta tradizionale in uno specifico luogo fisico, con le aste online milioni di potenziali acquirenti provenienti da tutto il mondo potranno vedere e fare offerte sulle tue opere. Catawiki attualmente accoglie 14 milioni di visitatori da tutto il mondo ogni mese e quel numero continua a crescere.

 

Tuttavia, una lamentela comune riguardo le aste online è spesso la mancanza di competenza. Per questo Catawiki ha trovato una soluzione unica, dando impiego a circa 180 esperti interni, tutti specialisti nei loro vari ambiti. Il team di esperti d’arte conta 20 specialisti in categorie quali l’arte classica e l’arte moderna, ed esamina tutti gli oggetti offerti all’asta, mantenendo così altissima la qualità delle aste. Gli acquirenti sanno che le aste sono attentamente curate da questi esperti e sono dunque fiduciosi e a loro agio durante il processo di offerta dei lotti.

 cata 3


Il processo di vendita

Avrai bisogno di un account per iniziare a vendere; registrarsi è gratuito e semplice. Una volta che il tuo account è autorizzato a vendere, puoi iniziare a presentare oggetti al team di esperti per la revisione. Non c’è alcun costo da sostenere per offrire un oggetto e nessun limite alla quantità di oggetti che è possibile presentare. Il processo di revisione avviene interamente online. Ti sarà chiesto di fornire una descrizione del tuo oggetto, alcune caratteristiche come la tecnica, il periodo e la firma, e naturalmente ti sarà chiesto di fornire delle foto. Dopo aver offerto il tuo oggetto, questo verrà inserito nella lista degli oggetti da esaminare da parte degli esperti.

 

Gli esperti leggeranno la tua descrizione ed esamineranno le tue fotografie, esaminando il tuo lotto in base a qualità e autenticità. Il criterio principale perché un oggetto venga incluso nell’asta è che deve essere speciale, e con questo intendiamo che non deve essere reperibile facilmente in un negozio qualunque. Al fine di mantenere alta la qualità, è stato stabilito il requisito che ogni oggetto dell’asta debba avere un valore minimo stimato di 75 €. Questo è il punto di partenza.

 

C’è la possibilità di impostare un prezzo di riserva sugli oggetti con un più alto valore stimato. Con prezzo di riserva si intende il prezzo minimo che deve essere raggiunto per poter vendere l’oggetto. Se il prezzo di riserva non viene raggiunto entro la fine dell’asta, l’oggetto non verrà venduto e non sarà addebitata alcuna commissione.

 

In caso si rendano necessarie informazioni aggiuntive o modifiche, gli esperti ti contatteranno e se il tuo oggetto è adatto all’asta, lo approveranno e pianificheranno il suo inserimento in un’asta successiva il prima possibile.

Durante l’asta

Le offerte partono sempre da 1 €, anche se il lotto ha un prezzo di riserva. Quando gli oggetti hanno un basso prezzo iniziale, gli offerenti sono più propensi a seguire l’oggetto e continuare ad offrire fino a quando verrà raggiunto un alto ricavo. Quando un potenziale acquirente può iniziare le offerte da solo 1 €, infatti, si sente più connesso all’oggetto, come se, per un breve attimo, ne fosse già il proprietario. Questo lo porta poi a continuare a fare offerte. Molti oggetti sono stati venduti su Catawiki per migliaia di euro nonostante la bassa offerta iniziale.

 


Dopo l’asta

Quando l’asta termina, è tempo di pensare al pagamento. Catawiki ha un sistema di pagamento unico creato per proteggere sia gli acquirenti che i venditori. Quando un acquirente vince un oggetto, paga il prezzo d’acquisto e le spese di spedizione. Il venditore viene dunque informato che il pagamento è stato ricevuto e che può procedere con la spedizione dell’oggetto. In questo modo il venditore rimane protetto, in quanto evita di spedire un oggetto se l’acquirente non ha pagato. Inoltre ciò mantiene la transazione affidabile, dal momento che l’acquirente non può contattare il venditore, e viceversa, fino a che il pagamento non verrà ricevuto.

 

Successivamente il venditore indica che l’oggetto è stato spedito o ritirato dall’acquirente, e inizia quindi il conto alla rovescia per il giorno del pagamento. Il pagamento al venditore viene trattenuto per 14 giorni, permettendo all’acquirente di ricevere l’oggetto e richiedere la mediazione se si verificassero problemi. Dopo i 14 giorni, le spese di spedizione e il prezzo d’acquisto meno il 12,5% di commissione vengono versati sul conto bancario del venditore. La commissione viene reinvestita in pubblicità e altre operazioni di marketing per portare più attenzione possibile agli oggetti all’asta.

cata 4

Suggerimenti degli esperti

Catawiki lavora per i propri venditori fornendo pubblicità, marketing e copertura stampa per gli oggetti eccezionali nelle aste. I loro esperti sono anche a disposizione per consigliare i venditori su come ottenere i migliori risultati. Ad ogni modo, c’è comunque un certo impegno richiesto al venditore: creare una descrizione accurata e dettagliata e fornire fotografie di ottima qualità. Oltre alle informazioni pratiche sull’oggetto, spesso è utile conoscere la storia che porta con sé, perché questo spesso aumenta l’interesse del potenziale acquirente.

 

Le foto sono una caratteristica fondamentale nel mondo delle aste online, poiché gli acquirenti non possono controllare l’opera di persona prima di fare offerte. Per questo Catawiki ha messo insieme 14 suggerimenti per aiutarti a scattare le foto migliori, puoi trovarli qui.

 

Puoi sperimentare tu stesso l’emozione di vendere su Catawiki registrandoti gratuitamente qui e sfruttare la loro competenza a tuo vantaggio nella vendita della tua prossima opera d’arte.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dominatrici mondiali della pittura. Debora Hirsch racconta le sue opere

5 cose da sapere su Perugino