Le ultime

Sai cos’è la Romantikstrasse austriaca? Paesaggio e cultura, estate romantica. Il percorso

Il profumo dell'uva, del vino, delle mele si uniscono, nell'aria fresca e pura, al sentore di resine. Placida Romtantikstrasse austriaca. Vi sono pochi luoghi al mondo così tranquilli, lindi, gioiosi, riservati, musicali, pittorici, ricchi di cultura architettonica, musicale, libraria e materiale. Non ci sono luoghi così pittoreschi, lungo una strada che si dipana morbidamente, senza urgenze, tra vigneti, castelli, abbazie, piccoli borghi, laghi con salici nei quali si specchiano antiche abitazioni. Unisce, tra colli e pianure, la Salisburgo di Mozart e delle millenarie miniere di sale, alla Vienna eterna. Il sale portò ricchezza e civiltà. Luoghi sui quali brillano migliaia di infinite bellezze, che raggiungono anche le tavole

Leggi Articolo »

Lo stile di Michelangelo Buonarroti. Perché è ritenuto moderno?

Pittore e scultore rinascimentale egli si esprime attraverso un titanismo ribellistico, che non è già più inscritto nei sereni orizzonti di certezza di artisti delle generazioni precedenti ( Piero della Francesca o Leonardo), né tantomeno nella speranza della vittoria del bello-buono sul caos del Male (Raffaello). Influenzato profondamente dalla statuaria antica di tipo ellenistico, caratterizzata dal movimento spesso tormentoso delle figure - Il laocoonte -, egli è protagonista di quel Rinascimento titanico che è l'ultima sfida dell'uomo al caso e a Dio

Leggi Articolo »

Alice Neel (1900), la ragazza-madre che divenne pittrice in un’America ostile. Il video

Influenzata dalla ritrattistica espressionista, Alice Neel, artista statunitense, lavorò con vigore sui modelli umani, con intense capacità introspettive. I problemi familiari erano molto pesanti; eppure Alice non abbandonò la sua passione espressiva, trovando prima il modo di inserirla nella propria vita di madre single e trasformandola, poi in una piccola risorsa economica. Solo con il passare dei decenni galleristi e collezionisti si accorsero della potente bellezza conferita ai ritratti. E iniziarono le celebrazioni. Ha dipinto le persone intorno a lei, ai margini della società, così come la sua vita dura, complicata e talvolta spezzata dal dolore e dagli addii. Tanti dei suoi traumi furono aggravati dalla sua esigenza inderogabile di dipingere. "Ho dovuto dipingere", ha detto, e sempre a grandi spese personali

Leggi Articolo »

I giardini italiani nelle fotografie di Lawrence Beck. Architettura e verde. Splendidi

Quello dei giardini è il tema cui Beck si è dedicato negli ultimi cinque anni di lavoro e rappresenta il culmine della sua visione artistica che parte dal concetto tradizionale di fotografia come documento. In questo ciclo Beck si dedica al rapporto tra uomo e natura, concentrandosi su paesaggi in cui s’inseriscono alcuni dei capolavori più importanti dell’architettura italiana

Leggi Articolo »

Perchè Tolstoj voleva gettare sul rogo i quadri di Leonardo, Michelangelo e Raffaello

Ma ormai mi ero accorto che anche l’arte è un inganno. M’era chiaro che l’arte è un abbellimento della vita, un allettamento a vivere... Ogni aspetto della vita, riflettendosi nella poesia e nelle arti, mi aveva procurato gioia. Mi rallegrava osservare la vita nello specchio dell’arte; ma quando cominciai a ricercare il senso della vita, questo secondo specchio divenne inutile, superfluo e grottesco, o addirittura tormentoso. Mi era impossibile confrontarmi con ciò che vedevo in esso: perché vedevo soltanto che la mia situazione era stupida e disperata. Mi era stato facile rallegrarmi quando nel profondo dell’animo credevo che la mia vita avesse un senso… ma quando riconobbi che la vita è assurda e spaventosa, il gioco allo specchio non poté più svagarmi

Leggi Articolo »

Anguria o cocomero? Qualunque sia il suo nome, sono i suoi giorni. Anche in pittura

Integra la sezione dell'arco - e pertanto una linea arrotondata - al taglio netto provocato dal coltello. Nel piatto diventa una gioiosa figura geometrica, dalle carni compatte. Può sembrare uno spicchio di luna rossa o una nave dei folli nel nostro piccolo mare; un bastimento carico di piccoli passeggeri dal volto brunito dal sole e inclinati caratterialmente allegria, che ci sorridono alla distanza, dai loro piccoli oblò. Frutto magico dell'estate, l'anguria arde di fresco con il suo rosso intenso. Ecco allora come dipingerla, con toni più o meno intensi. Vogliamo esaltarne il reticolo dolce? O la compattezza vivida? Nel video

Leggi Articolo »

Un vecchio straccio, inzuppato di acqua e cemento, diventa un vaso fiammeggiante. Facile. Come fare

Uno straccio può diventare un poetico vaso di fiori, se immerso in una soluzione allungata di acqua e cemento. Nella scultura contemporanea questo effetto di irrigidimento dei panneggi è ottenuto con soluzioni plastiche. Nel Sudamerica ci si adatta invece al vecchio cemento per creare, contenitori fiammeggianti, simili a fiori e ai lembi di fuoco che si fanno spazio verso il cielo. Nel video osserviamo le modalità di intervento

Leggi Articolo »

Yves Klein. Blu. Anthropométrie de l’époque bleue (1960). Ecco il video cult

Precursore e forse "inventore" della body art, Klein (Nizza, 28 aprile 1928 – Parigi, 6 giugno 1962) contribuì a quell'azione di sfondamento dei valori plastici borghesi e tradizionali, attraverso azioni provocatorie e una non-arte, che favorì la connessione tra ricerche pittoriche e design, tra arte e contestazione politica, tra astrazione assoluta e pensiero metafisico. Proprio per la programmatica dissoluzione della prigionia della forma lavorò a monocromi o mono-toni. Fu nel 1956 che creò «la più perfetta espressione del blu», un oltremare saturo e luminoso, privo di alcuna alterazione, poi da lui brevettato col nome di International Klein Blue, che però non venne mai prodotto a livello industriale

Leggi Articolo »