Home / 2018 / giugno / 01

Archivi giornalieri: 1 giugno 2018

I treni di Monet. Neve e fumi. Perchè li dipinse? E che significato hanno nell’Impressionismo? Il video

Nel quadro in copertina avvertiamo, senza rendercene immediatamente conto, la verità sensoriale della scena. Sentiamo il freddo umido della neve e il calore odoroso di carbone della macchina, rabbrividiamo per la galaverna sugli alberi, ci consoliamo a fronte dei fari gialli del treno, che forano un paesaggio greve di foschia. Fari e fumo che entrano in contrasto, nel nostro orizzonte sensoriale, con l'acciaio freddo, incrostato di ghiaccio, disumano, della locomotiva e del convoglio. Monet dipinse diverse volte i treni sia nell'atmosfera vagamente turneriana della stazione di Saint Lazare che all'aperto, cogliendo soprattutto vapori e fumi e introducendo il movimento nei paesaggi immoti.

Leggi Articolo »

La luna piena, cosa significa nell’arte e come può essere dipinta. Colori e riflessi. Il video

Icona del mistero, occhio astrale dal'iride cangiante, specchio della riservatezza dell'amore, propagatrice di umori instabili e motore del ciclo riproduttivo, pronuba delle maree e delle germinazioni la luna assume diversi significati a partire dall'arte dall'arte protostorica assumendo un significato variabile, nel sue forme, nei corni, nelle aureole. Ciò che appare certo è il fatto che, per quanto corrucciata o acuta essa è compartecipe alle vicende umane, contrassegnando l'umore della famiglia umana. Come lunula acuta con le punte rivolte verso il cielo e la sezione circolare poggiata alla fronte o o ai capelli, essa è l'attributo di Diana e della castità. Quand'essa è piena, invece, eccita gli animali e accende gli spiriti degli amanti. Nel Romanticismo essa fu particolarmente presente in molte composizioni anche come specchio dell'introspezione malinconica o come occhio supremo che spia l'umanità, senza fornire risposte sul motivo della propria presenza, né sul significato della vita e dell'umano procedere dell'avventura umana.(Leopardi). La luna piena è certamente così placida e luminosa da divenire un globo oculare inquietante ed eterno

Leggi Articolo »

Il colore della pelle nel ritratto. Come preparare la tavolozza perfetta, con le varianti già pronte. Il video

Affrontare la tecnica iperrealista del ritratto significa procedere con la massima pulizia della tavolozza, dei pennelli e dei materiali. La metodologia migliore è quella di sostituire la tradizionale "paletta" con una la strada di vetro. Il vetro, infatti non ha assorbenza e può essere mantenuto estremamente pulito. Il passo successivo è costituito dalla preparazione di vari blocchetti di toni dell'epidermide, in modo decrescente, dallo scuro al chiaro, come ben vedremo nel filmato. I diversi accumuli di materiale già pronto non vengono mai mescolati con altri semitoni e non vengono preparati all'istante, come può capitare nell'approccio più tradizionale alla pittura. La massima pulizia dei pennelli e di ogni parte del campo d'azione sono garanzia perfetta per la massima resa dell'incarnato

Leggi Articolo »