Home / Mostre in Italia / Bramante a Milano Le arti in Lombardia 1477-1499. La mostra alla Pinacoteca di Brera
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Bramante a Milano Le arti in Lombardia 1477-1499. La mostra alla Pinacoteca di Brera


Bramante a Milano
Le arti in Lombardia 1477-1499
Milano, Pinacoteca di Brera
4 dicembre 2014 – 22 marzo 2015

Orari
8.30-19.15 da martedì a domenica
(la biglietteria chiude alle 18.40)
chiuso lunedì

Biglietti
Intero: € 10,00
Ridotto: € 7,00
Gruppi: prenotazione obbligatoria, € 2,00 a persona
Scuole: prenotazione obbligatoria € 10,00 per classe

A cinquecento anni dalla morte di Donato Bramante (1443/44 – 1514), la  Pinacoteca di Brera celebra l’artista con una mostra, curata da Sandrina  Bandera, Matteo Ceriana, Emanuela Daffra, Mauro Natale e Cristina  Quattrini, con Maria Cristina Passoni e Francesca Rossi, che nel  tratteggiarne la poliedrica personalità (“cosmografo, poeta volgare, et pittore  valente… et gran prospettivo “ lo dice fra’ Sabba da Castiglione) ricostruisce il suo  lungo soggiorno in Lombardia e a Milano (almeno dal 1477 fino al 1499), e  l’impatto che la sua opera ha avuto sugli artisti lombardi.

La mostra ha ricevuto l’importante sostegno di Giorgio Armani, che ha  risposto con entusiasmo al Bando per la ricerca di finanziamenti lanciato dalla  Pinacoteca di Brera nel maggio scorso.

Spirito inquieto e ingegnoso, Donato Bramante si è sicuramente educato alla corte dei  Montefeltro a Urbino, dove è stato in contatto con gli architetti, gli scultori e i pittori  attivi per il duca Federico.

a351d0507afca4d50c2dc9786067b6164152fPiero della Francesca deve avere giocato un ruolo fondamentale nella sua  formazione ma, rispetto all’impegno speculativo del pittore di San Sepolcro, in  Donato ha prevalso un’attitudine pragmatica, una predisposizione ad essere  “risoluto, presto e bonissimo inventore” (Vasari), da cui sono scaturite realizzazioni  celeberrime, che hanno profondamente rinnovato il linguaggio  architettonico in Italia tra Quattro e Cinquecento.

Malgrado la fama, i suoi primi anni di attività sono ancora avvolti nel mistero. Anche  la prima testimonianza attendibile della sua presenza come pittore nella decorazione  affrescata del Palazzo del Podestà a Bergamo (1477) non aiuta a ricostruirne la  cultura, per la qualità disomogenea e la natura irrimediabilmente frammentaria degli  elementi superstiti, e quando nel 1481 è attestato per la prima volta a Milano,  perché fornisce il disegno con architetture e figure che sarà inciso da Bernardo  Prevedari (1481), Bramante è già un artista compiuto, capace di scardinare i  parametri figurativi della tradizione locale.

Con straordinaria forza inventiva piega le regole della prospettiva e gli  ordini dell’architettura classica in un linguaggio rigoroso, eloquente e  coinvolgente, profondamente diverso dal classicismo erudito espresso da Andrea  Mantegna nella vicina città di Mantova.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

I tre filosofi di Giorgione significato

Luce radente- L’eleganza dei corpi nudi nella fotografia o in pittura. Il filmato

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp