Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Gli animali nell’arte”

54 magici cani realizzati dall’artista Velasco con materiali di recupero da abusi edilizi sorvegliano Palazzo Reale

Le sculture realizzate in ferro, lamiere, piombo, catrame e cemento sono state realizzate per il progetto "Spazi Capaci" ideato da Alessandro De Lisi e organizzato dalla Fondazione Falcone. I nobili e leali animali sono stati spostati in luoghi siciliani simbolici

Con me non sarai solo. Una splendida testa di cane in terracotta emerge con i tre mausolei trovati ora a Roma

Gli edifici sepolcrali - scavati durante un intervento di archeologia preventiva, in vista della sostituzione della rete idrica - erano appartenenti a uno stesso complesso funerario, che sorgeva lungo la Via latina antica, databile fra il I secolo avanti e il I secolo dopo Cristo

Dichiarato tesoro l’anello dello scoiattolo trovato in un campo da un cercatore con metal detector. A chi apparteneva?

Un oggetto grazioso o il blasone di una potente e storica famiglia che fu rapida, nell'ascesa sociale, come uno scoiattolo e che recava un motto che si riferiva proprio a questo animaletto? Le indagini e le ricerche sull'oggetto. Ora, secondo la legge, il gioiello è offerto ai musei che lo potranno acquistare a prezzo di mercato

L’espressionismo astratto della maialina-pittrice Pigcasso. Un suo quadro venduto per 23.500 euro. La storia, il breve video

I quadri che escono dal suo divertente e divertito impegno sono composti soprattutto da linee tonde giustapposte, che riesce a realizzare roteando la testa. Tutti i proventi delle vendite vengono destinati al Farm Sanctuary SA, un luogo che accoglie animali a rischi di estinzione, ma anche esemplari salvati da situazioni disperate e dal mattatoio

Chi era il pittore dei gatti, autore del manifesto Chat noire?

L'influenza reciproca tra pittura e affiche, in Francia, tra Ottocento e Novecento, fu notevole. I manifesti assunsero idee dalla pittura, ma la pittura vi attinse nel momento in cui, con la svolta del post-impressionismo, gli artisti cercavano forme chiuse nelle quali il simbolismo prevalesse sull'ossessione dell'istante luminoso

Le tele dei maghi e delle streghe, ritratti dal vero. Testimonianze pittoriche dell’occulto

I processi per stregoneria vengono celebrati in Italia - e soprattutto nel settentrione - tra la fine del Quattrocento e il Cinquecento, periodo che coincide con il fenomeno rinascimentale e con il Manierismo. Ciò significa che gli artisti, rappresentando streghe, demoni o personaggi mitologici sinistri - non occupavano tanto zone immaginarie o fantastiche, ma trasferivano spesso sulla tela o sulle tavole immagini desunte dalle voci popolari o diffuse dai sacerdoti o provenienti dagli interrogatori processuali. Le fonti erano pertanto molto vicine. E tutta la società dell'epoca era fortemente permeata da una visione magica del mondo, che si intersecava con le acquisizioni scientifiche reali

Impostare le strutture, lasciandole finire alle api. Le opere di Libertíny alla Biennale architettura 2021. Le foto, il video

Questa collaborazione, con indirizzo progettuale, tra uomo e api è stata portata alle massime conseguenze visive e strutturali con la ripresa del ritratto di Nefertiti, realizzato grazie a una struttura di rete modellata che è stata poi riempita di cera e cellette, in due anni, da 60mila api

Si studia il Cirneco dell’Etna, il cane-scultura presente nell’arte antica, sulle monete e in incisioni arcaiche

Le testimonianze sul cane aristocratico della Sicilia si intersecano con quelle di cani-gemelli presenti nell'iconografia dell'Antico Egitto - La raffigurazione impressionante di una muta di cirnechi a caccia di conigli o lepri in un'opera che venne realizzata per la villa romana di Piazza Armerina